Niente corsi di atletica, le ragioni del coach di Jacobs

L’ubriacatura dei successi olimpici è finita e Adriano Bertazzi e Flavio Ghizzi hanno detto basta: colui che fu il primo allenatore di Marcell Jacobs e il responsabile del settore atletica della Pro Desenzano tirano i remi in barca. Troppo grandi le frustrazioni accumulate in anni di battaglie per vedere riconosciuta all’atletica la dignità che merita e troppo scarso, a loro giudizio, l’ascolto e la collaborazione da parte dell’Amministrazione comunale.

I due hanno raccontato in conferenza stampa al parco del Laghetto di Desenzano, vicino al circuito di atletica Tre Stelle, della loro stanchezza, delle difficoltà cresciute con il tempo per ottenere i giusti spazi, di screzi, malumori, batoste. Bertazzi e Ghizzi rispediscono invece al mittente le accuse di aver messo in atto una mossa politica, annullando i corsi all’ultimo momento (avrebbero dovuto partire il 5 ottobre) per mettere in cattiva luce l’Amministrazione comunale: «Non ci interessa fare campagna elettorale, ma non ce la facciamo più». 

Di tutto ciò, resta l’evidenza: Desenzano, nell’anno di Jacobs, rimarrà orfano di atletica. L’auspicio dei due è che «arrivi qualcuno che si occupi di questo sport in maniera seria, che da tutta questa polemica esca qualcosa di buono».

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/niente-corsi-di-atletica-le-ragioni-del-coach-di-jacobs-1.3624737

Lascia un commento