Milano – I MIGLIORI VINI ITALIANI – Luca Maroni

Il mondo del “visto” oltre….

Stessa locazione degli anni scorsi, stesse modalità organizzative, e sempre importanti riconoscimenti per “I Migliori Vini Italiani”, Manifestazione ideata e presieduta da Luca Maroni, una delle figure più importanti e singolari da anni dedite al settore enologico, per la sua attività divulgativa vissuta in modo singolare. Ma per maggiori dettagli a suo riguardo rimandiamo a dopo….                                     Alcuni spazi dell’Hotel Magna Pars in Via Tortona, dal 22 Novembre al 24 fino a circa Mezzanotte hanno visto esperti in materia, enologi, giornalisti e semplici appassionati intervenire non solo per degustare una selezione qualificata di vini italiani ma per “vivere” esperienze particolari…Ma andiamo con ordine. Giovedì sera, durante l’inaugurazione ad inviti si è svolta la Premiazione delle eccellenze della Regione Lombardia Uno spettacolo condotto da Maroni, con momenti musicali e filmati sensoriali per premiare i migliori produttori lombardi dell’ “Annuario dei Migliori Vini Italiani 2019”, durante il quale si è potuto assistere anche a “DANCE PAINTING”, performance dal vivo con l’artista/produttore di vino Maurizio Pio Rocchi e la danzatrice Vanessa Valle; il primo ha iniziato a dipingere una sua opera seguendo l’ispirazione della musica e della danza, tratteggiando sulla tela le sue sensazioni e visioni. La prosecuzione artistica di entrambi è poi proseguita nel pomeriggio seguente e terminata sabato. Alle ore 21,30 abbiamo assistito all’incontro forse più suggestivo: “FIORI, FRUTTI: BACCO IN CITTÀ!” I bouquet dei vini, le fragranze di fiori e frutti invernali e gli stessi sentori creati e utilizzati nell’industria dei profumi. – Un affascinante laboratorio di degustazione sensoriale con: Giorgia e Ambra Martone, fondatrici del laboratorio LabSolue, e Luca Maroni, Analista Sensoriale, con repliche avvenute nelle due giornate seguenti.    Da sabato alle 17 l’apertura al pubblico dei banchi di degustazione di vini e prelibatezze gastronomiche provenienti dalla Tuscia, territorio dell’alto Lazio vicino a Viterbo, denominazione attribuita all’Etruria dopo la fine del dominio etrusco. il seminario guidato “UNA CHICCA TIRA L’ALTRA” ha visto piccoli assaggi di coregone (chiamato anche lavarello), pesce di lago, qui presentato in versione marinata accostato da un lampone. A seguire altri incontri specifici su vini scelti guidati da Maroni.                                                                Ora (solo) alcune note sulla sua importante e vasta biografia, destinata ad arricchirsi ulteriormente nei prossimi anni. Tra il 1987 e il 1989 collabora con Luigi Veronelli, scrive articoli per “L’Etichetta”, quindi realizza “Ex Vinis” – il primo newsletter italiano – rivista di cui è Direttore Responsabile dei primi 4 numeri. Nel settembre del 1990 fonda la sua casa editrice, la LM edizioni, creando la rivista   “The Taster of Wine”, periodico per conoscere e apprezzare il vino e la degustazione. Nel 1994 porta a termine una ricerca quinquennale sulla relazione esistente tra la composizione chimico-fisica del vino e il suo comportamento sensoriale. Riesce in pratica a determinare in una formula la struttura chimica della piacevolezza del vino. Nel 1995 scrive “Degustare il Vino“, manuale di teoria e pratica per l’assaggio consapevole di ogni tipo di vino. Sempre nel 1995 scrive sull’Enciclopedia Italiana Treccani la voce: “Degustazione del vino”, voce di cui effettuerà un ulteriore approfondimento sull’appendice 2000 e 2005 dell’Enciclopedia. Nel 1996 realizza la prima edizione della Guida dei Vini Italiani, dal ‘98 proposta anche in versione tedesca ed inglese. Nel 2000 scrive “Piacevolezza del Vino”, opera nata per illustrare ad un pubblico quanto più ampio e meno esperto possibile il metodo ideato per la valutazione della qualità del vino. Nello stesso anno concepisce e realizza www.lucamaroni.com, il portale Internet sul vino più ricco del mondo con le sue 320.000 pagine Web gratuitamente consultabili. Nel 2008 idea e conduce oltre 30 puntate della trasmissione televisiva “PIACERE VINO” in onda su ALICE TV – SKY. Dall’aprile del 2009 è editorialista ed articolista del “Magazine CUCINA”, allegato enogastronomico mensile al Corriere della Sera. Nel 2015 per LA7D è analista sensoriale per la trasmissione Cuochi e Fiamme. Nel 2015 – frutto di un impegno durato 12 anni – pubblica con la Sens “MILANO E’ LA VIGNA DI LEONARDO”: grazie alla ostinata ricerca e agli studi sulla vita di Leonardo da Vinci riesce a individuare il luogo esatto ove sorgeva il vigneto donato da Ludovico il Moro al celebre artista che viene così riportato alla luce. Nel volume, anche approfondimenti inediti della figura del genio, con primario riguardo alla sua umanità e al suo carattere più intimo e la ri-composizione in ordine alfabetico dell’originale vocabolario-lemmario annotato da Leonardo a mano nei suoi codici. Luca Maroni ha in sostanza composto il Vocabolario di Leonardo da Vinci: lavoro e compilazione sin qui mai pubblicata su nessun libro esistente. Nel 2016 scrive “LEONARDO DA VINCI, LA VIGNA RITROVATA”, volume nel quale riassume in modo avvincente il cammino che lo ha condotto alla riscoperta e al re-impianto della stessa tipologia di vite amata dal grande Maestro e presente nel vigneto ai tempi in cui Leonardo viveva nella Casa degli Atellani a Milano. Docenze ed Attività di Consulenza. Dal 1995, anno di pubblicazione del suo “Metodo di Degustazione”, fornisce consulenza consistente in applicazioni di analisi sensoriale in collaborazione diretta con gli enologi di oltre 1.000 prestigiosi produttori italiani di tutte le regioni. Dal 2000 è consulente di “Vinitaly” (la più importante Manifestazione sul vino in Italia, ormai notissima a livello mondiale), che gli affida ogni anno in gestione un’importante e vasta area (oltre 500 mq.) con l’iniziativa “TRENDY OGGI BIG DOMANI”, la selezione dei migliori produttori italiani esordienti da lui stesso curata. Nel 2014, 2016 e 2017 è docente presso “IHMA MASTER” – Master di Alta Preparazione Professionale in International Food & Beverage Management (International Hospitality Management Academy). Nel 2015, 2016, 2017 partecipa alla manifestazione PRODEXPO di Mosca. Nel 2000 a Torino in occasione del Salone del Vino al Lingotto organizza la prima edizione del proprio evento “SENSOFWINE”, dal 2005 trasferito a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica, successivamente al Palazzo dei Congressi dell’Eur e presso il Complesso Monumentale di santo Spirito in Sassia: a tutt’oggi una delle principali manifestazioni dedicate a livello nazionale al mondo dell’enologia italiana. “Sensofwine” dal 2006 è sponsorizzato dal Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, dal Vinitaly e da Buonitalia Spa, dal 2007 viene esportato a New York e dal 2010 a Monaco di Baviera. Nel 2010 in collaborazione con la Camera di Commercio di Grosseto idea l’evento “Maremma Wine Shire”, un progetto di valorizzazione dei vini e del territorio della Maremma che come testimonial e conduttore promuove in Italia e nel mondo. Nel 2017 organizza a MOSCA presso la prestigiosa Izvestjia Hall la prima edizione della manifestazione “I MIGLIORI VINI ITALIANI E RUSSI”, esperienza di successo ripetuta quest’anno. Non si contano più ormai i numerosi e prestigiosi Premi e riconoscimenti per la sua attività ottenuti a livello nazionale ed internazionale. Quest’anno, oltre all’ormai immancabile “Annuario” già citato (e alla sua versione “Pocket”), la Casa Editrice “Sens” ha dato alle stampe una vera “chicca”, sempre realizzata da Luca Maroni: “Annuario delle migliori poesie mondiali”; 182 poeti, 999 poesie da lui selezionate e commentate. Autori di ogni tempo e Paese in rigoroso ordine alfabetico, da Anna Achmatova (Odessa-Russia, 1899-1966) a Marguerite Yourcenar (Bruxelles, 1903-1987) “scandagliati” da Maroni, anche qui, come per il vino, attraverso una personalissima quanto originale visione e metodo divulgativo. L’immagine scelta per la copertina e il “San Giovanni Battista” di Leonardo da Vinci; nome che quindi ritorna nelle iniziative di Maroni, pensiamo noi, quale anticipato omaggio al sommo artista e scienziato del Rinascimento italiano, anticipando le numerose e diversificate celebrazioni che a livello internazionale gli verranno dedicate per i 500 anni dalla sua morte, precisamente ad Amboise, Francia, il 2 Maggio 1519.

Fabio Giuliani

Migliori vini italiani 2019 - 2    Migliori vini italiani 2019 - 3    Migliori vini italiani 2019 - 4

Link all'articolo originale: http://www.giornaledelgarda.info/milano-i-migliori-vini-italiani-luca-maroni/

Nessun tag per questo articolo.

Lascia un commento