Lonato, nuovi sensi unici e disco orario: è bufera

La nuova viabilità del centro lonatese, pensata per «tutelare in primis i pedoni», fa storcere il naso a parecchi. Qualcuno ironizza: «Se cerchi Lonato sul navigatore, ti dice di evitare». E oltre ai nuovi sensi unici introdotti, a essere poco digeriti sono anche alcuni parcheggi, prima liberi e ora regolati a disco orario: c’è chi ha proposto di lanciare una raccolta firme per spingere l’Amministrazione comunale a tornare sui propri passi. La rivoluzione. A fare sintesi del disagio sono i consiglieri di opposizione Daniela Carassai di Ritrovo Lonato, Andrea Locantore e Flavio Simbeni di Progetto Lonato, Rossella Magazza del Movimento Cinque Stelle e Paola Perini del Pd, i quali hanno anche inviato una lettera agli assessori sollevando le principali questioni.

Prima, però, le modifiche: senso unico imposto dalla fine di via Galilei sulle vie Caduti del Lavoro, Marchesino, Regia antica fino all’intersezione con via Artigiano; corsia di marcia opposta riservata agli autobus (ci sono polemiche per questo). In piazza Martiri, invece, circolazione con senso unico antiorario. I parcheggi divenuti a disco si trovano in: piazza XXV Aprile, via Galilei, via Cittadella, via Barzoni, via Albertano da Brescia. La misura ha previsto anche l’introduzione di nuovi parcheggi (due posti auto in via Ferradone, altri in via San Marco e, per i motocicli, in piazza Martiri) e di due nuovi passaggi pedonali (lungo via Barzoni e all’uscita del cancello pedonale dell’oratorio). La polemica. Un’operazione che gli assessori a Viabilità, Monica Zilioli, e Sicurezza, Roberto Vanaria, rimarcano essere stata dettata «dalla primaria necessità di tutelare la sicurezza dei pedoni, prioritaria su ogni altro progetto».

E mentre sul web infuria la polemica soprattutto in relazione ai parcheggi non più liberi, le minoranze consiliari descrivono le scelte dell’Amministrazione come «fantasiose e bislacche, perché nuovi sensi unici e parcheggi con disco orario anche al di fuori delle vie storiche comportano gravissimi disagi ai lonatesi e a quanti frequentano Lonato». Il dito viene puntato dalla minoranza, ma anche dagli utenti interessati alla questione sulle vie Albertano da Brescia, via Galilei e Barzoni: «I parcheggi liberi servivano ai lavoratori, ai clienti degli esercizi, agli uffici, ai turisti, ai residenti, ai marcati. Prima di modificare i parcheggi, gli amministratori avrebbero dovuto predisporre un piano di sviluppo degli stessi per rispondere alle esigenze di coloro che necessitano di una sosta prolungata, come i residenti del centro e i lavoratori».

Parcheggi ancora liberi, comunque, nelle adiacenze del senso ci sono: ai palazzetti una settantina, al parcheggio Corlo una quarantina, al cimitero, cinquanta. Poi, nella zona del centro commerciale, 150 stalli, e nella piazzetta del monumento Avis, 35. Ancora: il parcheggio all’area Busi, 150 posti, e altri sparpagliati sulle vie del centro. Il disco orario, inoltre, è valido fino alle 19.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/lonato-nuovi-sensi-unici-e-disco-orario-%C3%A8-bufera-1.3352734

Lascia un commento