LONATO. Maguzzano è salvo


Grande vittoria per tutti i lonatesi e gli amanti del Lago di Garda.
I terreni adiacenti la Chiesa abbaziale (del 1491-1496) di Maguzzano di Lonato sono stati vincolati da un’ordinanza proveniente dal sovrintendente di Brescia, che in questo modo salvaguardia l’ultimo spicchio di verde scampato dallo scempio della cementificazione sul Basso Garda.
In passato erano intervenuti illustri cittadini lonatesi a difesa della zona, tra questi Roberto Vecchioni e Vittorio Messori. Quest’ultimo, già giornalista del Corriere della Sera e più volte intervistatore di Papa Giovanni Paolo II, per il solo fatto di aver difeso in tutti i modi i terreni verdi di Maguzzano, ha confessato che «già due volte hanno spaccato i vetri della mia macchina parcheggiata fuori dall’abbazia e, tanto perché fosse chiaro che non si trattava di una ragazzata né del solito tentativo di furto, mi hanno lasciato un biglietto dentro l’auto».
Anche “Il Giornale” proprio due mesi fa scriveva delle minacce ricevute da Messori e dichiarava che questi messaggi spediti a chi ha difeso a spadatratta la bellezza del paesaggio di Maguzzano erano chiari segnali inviati dalla mafia nostrana e d’importazione. Comitato d’affari che agisce in tutto il Lago di Garda, senza mai essere scoperto.

Link all'articolo originale: http://sosgarda.blogspot.com/2008/10/lonato-maguzzano-salvo.html