L’incompatibilità bresciana di linguaggio con il Governo


L’attuale governo si sta dando da fare non solo per riformare l’assetto economico-finanziario del Paese, ma anche su quello comunicativo, attraverso una stretta collaborazione con i giornalisti, che avrà senz’altro ripercussioni sulla cultura in senso ampio. Ne sono la prova i “consigli” che dà ai giornalisti. Dopo i suggerimenti di Monti su come battezzare le manovre è Fornero (si noti l’assenza di articolo) che esorta a rimuovere gli articoli dai nomi dei personaggi femminili.

Abituarsi a questa piccola innovazione dell’abolizione degli articoli davanti ai nomi sarà difficile soprattutto per coloro che abitano nel Bresciano e dintorni, visto che non solo si usa metterlo davanti ai nomi femminili ma anche a quelli maschili come il Tito, l’Ivo, il Fabio (il link rimanda al video-trailer de “El coragius” con Fabio Volo).

Lascia un commento