L’«erba» del vicino è sempre più verde ma illegale: 5 nei guai

Poco meno di 18 chilogrammi di marijuana in fase di preparazione e venti piante in coltivazione sono stati sequestrati dai Carabinieri della compagnia di Saló a San Felice del Benaco. Nei guai ci sono finiti un 38enne di Salò insieme ad altre quattro persone (il padre e il fratello, residenti a Roma, una giovane di San Felice sul Benaco e un uomo di Salò).

Secondo la ricostruzione degli inquirenti i cinque avevano affittato un terreno attiguo ad un’area destinata alla coltivazione di canapa autorizzata per coltivare – a totale insaputa dei titolari dell’attività lecita ma anche al riparo degli organi di polizia – marijuana ad altissima concentrazione di principio attivo, anche 20 volte superiore allo 0,6% di quella che per legge deve essere contenuta nella marijuana in vendita nei canapai autorizzati. 

I militari hanno trovato le piante all’interno di una casupola posta nel terreno e dotata di gruppo elettrogeno funzionale all’impianto di essicatura delle infiorescenze. Le droga e i macchinari sono finiti sotto sequestro.

La posizione dei cinque è al vaglio dell’autorità giudiziaria.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/l-erba-del-vicino-%C3%A8-sempre-pi%C3%B9-verde-ma-illegale-5-nei-guai-1.3522236

Lascia un commento