L’ENNESIMO SCHIAFFO ALLA TRASPARENZA IN SIRMIONE SERVIZI. ORA CHIEDIAMO UNA COMMISSIONE SPECIALE DI CONTROLLO.

Dopo le mancate risposte sui verbali del consiglio di amministrazione, dopo che la Corte dei Conti ha bussato alla porta della nostra partecipata, dopo i numerosi articoli comparsi su tutta la stampa, siamo ancora al punto di partenza. In non si vuole sentire parlare di . Infatti, il 17 Settembre scorso, ho chiesto copia della documentazione che ha motivato l’assenza della gara per l’acquisto del sistema “easy” per la raccolta rifiuti. Sono scaduti i 30 giorni a disposizione per legge e non ho ricevuto nessuna risposta. Proprio sulla stampa nell’articolo pubblicato sul Corriere della Sera quest’estate, il Sindaco Mattinzoli si era opposto anche alla richiesta del giornalista Matteo Trebeschi che chiedeva di vedere le stesse carte. “Si tratta di un momento delicato e non voglio prestarmi ad un gioco politico”, disse. Chi sta “giocando” qui? Ci sono dei diritti e dei doveri. Diritto di un consigliere di visionare atti pubblici, dovere dell’ente di produrre quanto richiesto e che per altro dovrebbe essere pubblicato on-line. Noi tutti consiglieri di opposizione, abbiamo quindi presentato oggi richiesta formale di istituire una commissione speciale di controllo sulla Sirmione Servizi s.r.l., per permettere finalmente di aprire quella “scatola chiusa” (come l’ha definita il Sindaco in Consiglio) che dovrebbe essere, invece, una casa trasparente per tutti i Cittadini Sirmionesi. commenta qui

Lascia un commento