Le perplessità di Comunità del Garda su Garda Uno

In rete ho trovato un documento interessante della Comunità del Garda risalente al 30 giugno scorso sul caso di San Felice e mi ha colpito in particolare un passaggio in cui esprime tutte le perplessità proprie e di molti Sindaci sull’operato di (gestore del nostro comunale):

SI FA INTERPRETE

del pensiero di numerosi Sindaci affinché la società Garda Uno S.p.A., costituita oltre trent’anni fa ad iniziativa della Comunità del Garda, ritorni ad essere un sicuro punto di riferimento delle amministrazioni comunali benacensi per la
gestione in forma associata di importanti e strategici servizi, ma anche consapevole che sulla gestione privatistica di una società per azioni, deve prevalere l’interesse collettivo che ne motivò la costituzione, il ruolo, le finalità ed il volontaristico impegno della sua dirigenza.

Interessante no come sia perfettamente coincidente con il sentimento di tutti?

Quindi, se Sindaci (che sono i proprietari) e cittadini (che sono i committenti, co-proprietari, datori di lavoro, clienti e destinatari) sono tutti d’accordo, cosa manca per cambiare decisamente rotta nella gestione?

Lascia un commento