Le aree verdi a San Felice del Benaco

Il 9 novembre 2006 scrissi una lettera alla consigliere di minoranza Simona Robusti in risposta ad una sua sollecitazione alla giunta sul tema delle aree verdi.

Io le risposi esponendole il mio punto di vista al riguardo.

A Simona Robusti
Consigliere di minoranza
del Comune di San Felice dl Benaco

San Felice del Benaco, 9 novembre 2006

Oggetto: in risposta alla lettera prot.6801 del 29.09.2006 indirizzata al Sindaco e alla Giunta

Gent.ma Simona Robusti,
vorrei cogliere l’occasione della Tua lettera, nella quale evidenzi alcune criticità dell’area verde comunale sita in via Vallette a San Felice del Benaco, per alcune riflessioni sul tema.
Io ho sempre manifestato, come Tu giustamente sottolinei, un particolare interesse per le aree verdi attrezzate, esistenti e da realizzare.
Questo perché ritengo che gli spazi pubblici siano una grande ricchezza per tutti noi, che valorizza e completa la qualità degli spazi privati.
La fortuna che noi tutti abbiamo di vivere in un luogo qualitativamente straordinario per il paesaggio e gli spazi ancora inedificati che lo caratterizzano non può sicuramente giustificare un calo di attenzione per quegli spazi deputati ad essere luogo di aggregazione, come lo è il parco di via Vallette. E come sicuramente sarà l’area verde di Portese, situata tra via Benaco e via dei Pescatori, che a breve verrà realizzata, a dieci anni di distanza (!) dall’intervento urbanistico all’interno del quale era prevista. Se in questi dieci anni non si fosse perso del tempo a trovare modi per vendere tale area ai privati, come si è fatto e promesso da parte di taluni, la collettività avrebbe avuto a disposizione un luogo dove fermarsi a chiacchierare o a giocare, alternativo alla strada.
La presenza di numerosi bambini e adulti negli spazi attrezzati del nostro paese dimostra che l’avere un giardino privato, come è nella gran parte delle nostre case, non può essere sostitutivo dell’avere a disposizione spazi nei quali poterci incontrare e relazionare con gli altri.
Concordo con Te sul fatto che però tali spazi devono avere e mantenere un adeguato livello di qualità e di sicurezza.
È per questo che da tempo personalmente pongo particolare attenzione, in sede di pianificazione delle risorse a disposizione della nostra comunità, alle aree verdi esistenti, tra cui il parco di via Vallette, ma non solo.
Attenzione questa condivisa dall’intera giunta, che ha previsto, per il prossimo anno, di destinare risorse alla manutenzione e sistemazione delle aree verdi esistenti.

Un cordiale saluto

Michela Tiboni
Vicesindaco di San Felice del Benaco

Link all'articolo originale: http://cambiamoinsieme.blogspot.com/2007/08/le-aree-verdi-san-felice-del-benaco.html

Lascia un commento