L’autosalone è una messinscena: arrestati sei truffatori

Avevano studiato tutto nei dettagli. E pur sapendo che prima o poi sarebbero stati rintracciati (tutti gli atti erano a loro nome) hanno messo in pratica la loro truffa e in meno di una settimana hanno raggirato 12 persone e intascato oltre 230mila euro

Al centro della vicenda un capannone di Rivoltella di Desenzano che la banda di nomadi residenti in provincia di Bergamo ha affittato, pagando con assegni che si è poi scoperto essere scoperti, e trasformato in un autosalone.

Quando dopo aver versato caparra e saldo i clienti si sono presentati per il ritiro della vettura si sono trovati davanti un capannone vuoto. Le denunce sono confluite al commissariato di Desenzano dalle province di Udine, Pavia, Genova, Modena e Milano. Gli ignari acquirenti avevano messo gli occhi su vetture di grossa cilindrata con pochi mesi di vita e chilometri certificati che erano proposte a cifre tra i 20 e i 35mila euro. Denaro poi svanito nel nulla.

Il commissariato di Desenzano nelle scorse ore ha eseguito sei misure di custodia cautelare agli arresti domiciliari mentre una settima persona è indagata in stato di libertà. 

 

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/l-autosalone-%C3%A8-una-messinscena-arrestati-sei-truffatori-1.3447580

Lascia un commento