Lago di Garda, Escursione in Altissimo: un assaggio di Monte Baldo

Camminare in montagna o nella natura non è solo attività fisica: è varcare la soglia di un patrimonio dalle mille sfaccettature, visibili ora nelle rocce, ora nella vegetazione in cui si è immersi, in un sottofondo di suoni e odori capace di rigenerare corpo e spirito.

Il Lago di Garda offre una posizione privilegiata per chiunque voglia fare attività all’aria aperta, data la gran varietà di ambienti naturali ed elementi antropici di pregio che lo caratterizzano. Oltre ad una costa con incantevoli scorci sull’acqua, il perimetro del Benaco può vantare la stretta vicinanza di rilievi montuosi su entrambe le sponde. Uno fra questi è la catena del Baldo. Lunga ben 37 km e posta sul lato orientale del lago, è detta anche “Giardino d’Europa” per la particolare ricchezza floristica, a cui si aggiunge l’alto valore naturalistico, paesaggistico e storico-culturale del suo ambiente. Un’interessante vetta del Baldo è quella del monte Altissimo di Nago, estrema propaggine nord del massiccio che tocca qui 2.079 m. di quota. I punti di accesso sono diversi. Tra questi, uno percorribile fino all’arrivo della prima neve (ed anche oltre, se opportunamente equipaggiati) parte dalla località Bocca di Navene (1.425 m.s.l.m.) e segue il sentiero n. 651 (ben segnalato da un cartello).

Dopo un primo tratto tra i faggi (che l’autunno tingerà di caldi e stupendi colori), si sale fra tratti erbosi seguendo le indicazioni per il Rifugio Damiano Chiesa (2.060 mt), nei pressi della cima (un’ora e mezza-due a seconda del passo). Approfittando del vicino punto panoramico, si potrà godere di una vista mozzafiato sul Lago di Garda, il ghiacciaio dell’Adamello, le Prealpi venete ed altre vette. Un’alternativa indicata per le giornate più corte o meno assolate può essere quella di partire da Bocca di Creer (1.620 mt), nei pressi del Rifugio Graziani, imboccando la vicina strada bianca ((segnavia 633) che in circa un’ora e mezza conduce al Rifugio Chiesa.

I percorsi qui accennati possono essere affrontati agevolmente da chi abbia un minimo di esperienza in montagna oppure da chiunque sia allenato, purché accompagnato da una guida.

Avvertenze: prima di avventurarsi lungo sentieri di montagna si raccomanda di informarsi bene sul percorso e sulle condizioni meteo previste, nonché di equipaggiarsi in modo adeguato.

Silvia Gambato

Silvia Gambato è writer e guida ambientale escursionistica, organizza e conduce escursioni di varia difficoltà in montagna, collina e pianura, di propria iniziativa o su richiesta di enti e privati. Il suo intento è far scoprire alle persone la gioia del contatto con la natura prendendo coscienza del suo intrinseco valore.  www.spiritiliberi.info

Foto di ReCaPhotography

http://carlorebonato.tk/

Link all'articolo originale: http://www.giornaledelgarda.info/lago-di-garda-escursione-in-altissimo-un-assaggio-di-monte-baldo/

Nessun tag per questo articolo.

Lascia un commento