La situazione sanitaria si aggrava?

Ne avevo avuto il sospetto già ieri sentendo i numeri elevati di persone che si sono rivolte all’ambulatorio di Guardia Medica e agli Ospedali, inoltre in un breve giro in bici con Camilla ho contato alcune autoambulanze in paese (vedi ad esempio quella nella foto che stava recuperando una persona in difficoltà).

La nuova ordinanza del Sindaco di stasera è però a mio avviso preoccupante e mi pare il sintomo di una trasmissione da uomo a uomo.
Contattato il Sindaco assicura che anche l’ASL gli ha garantito che non c’è nulla di nuovo e che vogliono solo ribadire i comportamenti corretti da tenere.

Certo è che le prescrizioni che sono contenute a me sembrano tipiche da reparto malattie infettive, altro che clostridium:

  1. UTILIZZARE SERVIZI IGIENICI RISERVATI; NEL CASO CIO’ NON FOSSE POSSIBILE E’ NECESSARIO DOPO L’USO,  LA PULIZIA  DELLA TAZZA E DEL LAVANDINO CON NORMALI PRODOTTI DETERGENTI DI USO COMUNE;
  2. PER LE PULIZIE DI CUI SOPRA E’ NECESSARIO L’UTILIZZO DI GUANTI  USA E GETTA;
  3. DOPO L’USO DEL SERVIZIO IGIENICO E’ IMPORTANTE LAVARE ACCURATAMENTE LE MANI CON SAPONE;
  4. E’ OPPORTUNO CHE BAMBINI AFFETTI DA SINTOMATOLOGIA NON FREQUENTINO ASILI O ALTRE COMUNITA’, FINO ALLA CESSAZIONE DELLA SINTOMATOLOGIA STESSA.

Io non voglio in alcun modo alimentare panico, d’altronde non ho alcun elemento che lo giustifichi, ma data l’assenza di comunicazioni a me resta il dubbio che l’ASL abbia identificato qualche altro agente patogeno.
L’ASL dovrebbe parlare e dirci chiaramente cosa ha giustificato una tale escalation nelle prescrizioni comportamentali.

Mi spiace, ma qui la preoccupazione è forte mentre le autorità latitano come informazioni.
Quindi qualcuno che sa ed ha autorità ci dica cosa sta succedendo, anche se “stanno brancolando nel buio”.

Link all'articolo originale: http://garda2o.wordpress.com/2009/06/22/la-situazione-sanitaria-si-aggrava/

Lascia un commento