La seconda casa sul lago diventa un deposito di droga e contanti

Due persone arrestate, tra cui uno studente padovano, e sei perquisizioni sono l’esito di un’operazione antidroga della guardia di Finanza euganea che ha anche sequestrato oltre otto chilogrammi di droga, tra marijuana ed hashish. 

Le perquisizioni sono state fatte a Padova, tra città e provincia, oltre che a Desenzano, Sirmione e Milano. I finanzieri hanno così stroncato uno smercio di sostanze stupefacenti da parte di uno studente universitario italiano di 24 anni, nella cui stanza sono stati trovati oltre 2,2 kg tra hashish e marijuana e duemila euro in contanti, oltre che del materiale necessario al peso e al confezionamento della droga. 

All’arresto dello studente ha fatto seguito un blitz in uno stabile a Due Carrare, nel Padovano, ritenuto dai finanzieri luogo di approvvigionamento di droga da parte dello studente. E, infatti, i militari le hanno trovato una serra attrezzata per la coltivazione di piante di marijuana. L’affittuario dello stabile, un italiano di di 40 anni, è stato anch’esso ammanettato e portato in carcere. 

Le successive perquisizioni hanno riguardato immobili a Desenzano, Sirmione e Milano che erano nella disponibilità dello studente indagato dove sono stati trovati ulteriori 6,1 kg di droga e quasi cinquantamila euro in contanti. 

 

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/la-seconda-casa-sul-lago-diventa-un-deposito-di-droga-e-contanti-1.3344170

Lascia un commento