La “gardesana d’adozione” Renata Zoppè espone a Pieve d’Alpago (Bl)

“Radici ed ali” è il titolo della mostra espositiva di Renata Zoppè, gardesana da circa 50 anni, abita a Peschiera del Garda, ma bellunese di origine proprio da Farra d’Alpago. Renata non ha mai dimenticato le sue origini ed i suoi paesi tanto da far spesso ritorno anche con delle personali che attraggono sempre centinaia di visitatori. Un’attenzione che riserva anche al lago di Garda e sopratutto alla sua Peschiera con altrettante personali.

All’inaugurazione non potevano mancare le autorità locali capeggiate dal sindaco dei comuni dell’Unione Montana Alpago, Umberto Soccal, il quale al termine n della cerimonia inaugurale ha consegnato all’artista “alpagota” il diploma di “Cittadina Artistica”.

Nel totem promozionale è scritto “Renata Zoppè nasce a Farra d’Alpago (Belluno). Pittrice, inizia da autodidatta e frequenta, poi, l’Accademia Buonarroti di Verona. Vive da quasi cinquant’anni a Peschiera del Garda (Verona), dove sono nate e nascono gran parte delle sue tele, specchi fedeli sia del mondo interiore sia dell’attaccamento viscerale alle radici della Madre Terra, di cui l’Artista continua a fissare orizzonti, campi, ruscelli, ma anche l’uomo ed il suo duro lavoro, affinché non si perda traccia di un mondo che tende a scomparire. Uno sguardo serio e vigile quello della Zoppè, ma anche amorevole e poetico verso la natura. Una dolcezza molto particolare dove tutto, anche e sopratutto le piccole cose o vicende, assumono un’incisiva profondità”.

Particolarmente interessante la presentazione dell’artista da parte della Critica d’arte Lidia Rui e graditissimi gli interventi musicali della Jessica Da Re accompagnata dal chitarrista Fabio Reolon.

La mostra richiuderà il prossimo 4 agosto. (Prossimamente le nostre interviste video)






 

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/la-gardesana-dadozione-renata-zoppe-espone-a-pieve-dalpago-bl/

Lascia un commento