La collezione Marchesini al museo della Valtenesi

Il museo della Valtenesi cresce grazie alla collezione Marchesini: sabato è stata presentata al pubblico l’importante donazione, un gesto, da parte dei discendenti dell’avvocato manerbese che nacque alla metà del 1800, che la direttrice dell’ufficio Archeologia della Soprintendenza ha definito «di grande visione e spirito di comunità. Si tratta di materiali importantissimi per comporre e arricchire il quadro dell’epoca romana in questo territorio».

Tre nuove aree al museo, dunque, in cui è esposta solo una parte dei tantissimi reperti archeologici che l’avvocato Marchesini aveva collezionato: la prima area è una vetrina, un mobile che Marchesini stesso aveva fatto costruire per riporvi la propria collezione. Qui gli oggetti sono disposti esattamente come li aveva disposti lui. La seconda area riguarda la ricostruzione di una piccola tomba, con tutti gli elementi tipici delle sepolture romane.

Nella terza area è custodita una selezione di materiali da tavola, vasi, monili, monete, oggetti agricoli. Inoltre è stata anche realizzata una postazione tattile per adulti e bambini, che potranno così toccare con mano alcune riproduzioni dei diversi oggetti. Alla presentazione della collezione sono intervenuti il sindaco Isidoro Bertini e il conservatore del museo, Brunella Portulano, che da anni studia il lascito Marchesini. Presenti anche gli eredi e un folto pubblico che è stato allietato dall’arpa di Eleonora Volpato.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/la-collezione-marchesini-al-museo-della-valtenesi-1.3314328

Lascia un commento