L’Unione dei Comuni con Salò sarà una fregatura.

Siamo uscita da una Unione dei Comuni per andarne a fare un’altra.

Quando l’Unione dei Comuni con Salò (e altri) sarà fatta (perchè sarà fatta a prescindere dalle odierne smentite) sarà per San Felice una fregatura.

Basti guardare come siamo partiti con l’accordo per i vigili: con il piede sbagliato

Leggiti l’articolo che segue tratto dal Bresciaoggi di ieri e leggi bene l’ultima frase. Leggi bene!

SICUREZZA. Accordo tra le tre Polizie
Una sola Locale
per Gardone,
Salò e San Felice
Ognuno avrà la sua attrezzatura: garantita una maggiore copertura

Giovedì 22 Luglio 2010 – PROVINCIA – pagina 21

Anche il comune di Salò ha detto di sì all’accordo con Gardone Riviera e San Felice per svolgere in forma associata il servizio di polizia locale. «Nel 2000 -ha spiegato il sindaco Barbara Botti- abbiamo siglato una convenzione (da prorogare ogni tre anni, e in scadenza nel 2011) con Gardone Riviera. Poiché San Felice è uscito dall’unione dei comuni della Valtenesi, ha chiesto di unirsi a noi. L’attuale responsabile, Stefano Traverso, organizzerà il lavoro, restando negli uffici di via Fantoni. L’obiettivo è di pattugliare le tre località in maniera coordinata.»
«Per ottenere il comando – ha aggiunto il sindaco – bisogna avere almeno 16 agenti, altrimenti il coordinamento viene effettuato dalla Regione. Siamo in attesa di conoscere l’entità dei finanziamenti. Ciascuno manterrà le proprie attrezzature (vetture, moto, autovelox, etilometro), e acquisterà le nuove. Non sarà possibile garantire la copertura su strada 24 ore su 24, ma per tre turni settimanali (e nei week end) il servizio dura fino alle 2 di notte». Dei 20 consiglieri presenti, 14 (la maggioranza di area Popolo delle Libertà e Lega Nord) hanno votato a favore dell’accordo, 6 invece si sono astenuti.
MOLTO DIPENDE dai contributi del Pirellone. Dalle file delle minoranze sono giunte richieste. Gianluigi Pezzali (Msi) ha suggerito ai vigili urbani di non limitarsi solo un discorso di contravvenzioni per sosta vietata, ma di controllare meglio il territorio, perché «di notte la situazione continua a peggiorare». Fabio Frassoni, della lista Cittadini per Salò, ha ricordato come «a SanFelice i cittadini che avevano stipulato l’abbonamento riguardante Valtenesi sicura abbiano ricevuto la comunicazione di disdetta del servizio fornito». Giovanni Pelizzari, Pd, ha sostenuto che esiste il rischio di una riduzione delle risorse». Questa la divisione delle spese: 60% Salò, 20% a testa le altre due località.SE.ZA.

Link all'articolo originale: http://www.simonezuin.it/wordpress/?p=1923

Lascia un commento