l’ho fatto morire!

L’ho lasciato morire! E’ stata una lenta agonia ed io non ho fatto nulla. Avrei potuto salvarlo. Bastava il movimento di un dito per salvarlo.

Ho preferito così: farlo morire. Non ho avuto nessuna pietà, nessun ripensamento. Nessun senso di colpa.

E’ morto ed è morto per colpa mia.

Ora tocca all’altro. Poche settimane e anche l’altro morirà!

Si, sono solo dei siti internet ma sono sempre e comunque dei figli.

E’ lenta la strada che porta alla felicità!

Link all'articolo originale: http://www.simonezuin.it/wordpress/?p=2038

Lascia un commento