Incidente nautico, il Dna conferma: Kassen è stato ai comandi

Patrick Kassen ha guidato, o quantomeno ha messo le mani, sui comandi del motoscafo Riva che la notte del 19 giugno scorso ha travolto il gozzo sui quali erano fermi Umberto Garzarella e Greta Nedrotti, entrambi morti nell’incidente nautico avvenuto nelle acque del Lago di Garda al largo di Portese. Lo dicono i primi risultati dei tamponi effettuati dal generale Luciano Garofano, consulente delle famiglie delle vittime.

Ottenuto dai Ris di Parma il profilo Dna di Kassen, che è agli arresti domiciliari dopo aver ammesso che era lui alla guida, è stata attestata compatibilità con il profilo «ignoto 1» nel prelievo corrispondente alla leva cromata del volante. Su 15 tamponi prelevati, sette erano decifrabili e di questi su quattro erano evidenti tracce di Dna prevalentemente di ignoto 1, Kassen appunto.

EMBED [Leggi anche]

Il potente motoscafo è però di proprietà dell’amico coetaneo, manager di una delle aziende leader mondiali nella produzione di computer. L’uomo è stato inquadrato dalle telecamere alla guida del Riva alla partenza dopo la cena e poco prima dello schianto, e all’arrivo al cantiere nautico immediatamente dopo lo scontro con il gozzo dei bresciani.

Dai tamponi effettuati dal generale Garofano è emersa sui comandi anche la presenza di materiale biologico di un altro soggetto, «ignoto 2». Al momento non è possibile capire se si tratta del profilo del proprietario del motoscafo, perché a suo tempo il manager rifiutò il tampone salivare. Durante gli interrogatori i due tedeschi avevano riferito di essersi cambiati alla guida del motoscafo durante il tragitto ristorante – porto.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/incidente-nautico-il-dna-conferma-kassen-%C3%A8-stato-ai-comandi-1.3615711

Lascia un commento