Inaugurato al Vittoriale il nuovo teatro, come lo aveva voluto Gabriele d’Annunzio

A Gardone Riviera, per l’inaugurazione del ‘Parlaggio’ del ‘’, con il presidente Attilio Fontana e l’assessore regionale
Stefano Bruno Galli (Cultura e Autonomia), erano presenti anche gli assessori regionali Lara Magoni (Turismo, Marketing territoriale e Moda) e (Sviluppo economico).

Il presidente della , Attilio Fontana, ha affermato che  “I lavori di copertura dell’anfiteatro del ‘Vittoriale’ — con lastre di marmo veronese, secondo la volontà di Gabriele d’Annunzio e nel rispetto del progetto originale degli anni Trenta, firmato dall’architetto Giancarlo Maroni — sono stati portati a termine grazie al sostegno economico messo a disposizione dalla .

UNA CONQUISTA DAL PUNTO DI VISTA STORICO E ARCHITETTONICO

“Il completamento dell’anfiteatro — ha detto il governatore Fontana — e’ un intervento di cui andare fieri. Nei fatti rappresenta una notevole conquista dal punto di vista storico e architettonico, estetico e museale, che arricchisce l’immenso patrimonio culturale lombardo. Il ‘Vittoriale’ e’ un punto di riferimento non solo per i turisti italiani, ma anche una meta ambita e particolarmente apprezzata da visitatori che giungono da ogni parte del mondo per ammirarlo”.

“Sono certo che con il ritorno alla normalità — ha concluso il presidente della Regione — anche questo luogo tornerà a essere frequentato come prima del ‘lockdown’. Da parte nostra siamo gia’ in campo per riattivare in maniera forte e concreta l’attrattiva e, più in generale, l’economia di territori cosi’ belli e davvero unici”.

In merito alla recente proposta delle città di Bergamo e Brescia quali prossime città della cultura il presidente Fontana ha affermato: “La Regione sosterrà con la massima determinazione la scelta di Brescia e Bergamo a capitali della cultura 2023. Queste due città lo meritano. E’ una grande opportunità per Bergamo, per Brescia e per tutta la Lombardia. Speriamo di riuscire a conquistare questo importante risultato”.

CASA-MUSEO TRA LE PIU’ VISITATE AL MONDO

L’assessore regionale all’Autonomia e Cultura Stefano Bruno Galli ha, quindi, sottolineato con orgoglio come “il ‘Vittoriale’, che fu dimora eroica e poetica di Gabriele d’Annunzio, sia tra le case-museo meglio conservate e più visitate al mondo. Il suo fiore all’occhiello e’ proprio l’anfiteatro all’aperto. Un’arena senza eguali — ha evidenziato Galli — che emoziona il visitatore con un indimenticabile sguardo sulle acque turchine, accarezzate dal vento, del lago di Garda”.

IL SOGNO REALIZZATO DI D’ANNUNZIO

La copertura era stata sognata da Gabriele D’Annunzio e progettata dall’architetto Giancarlo Maroni negli anni Trenta, ma non venne mai realizzata per insufficienza di fondi. “Sono convinto — ha aggiunto ancora l’assessore regionale all’Autonomia e Cultura — che questo
‘rendere giustizia’ al progetto originario sia un dovere etico e civile cui sono chiamate le istituzioni pubbliche per valorizzare l’eredita’ del passato. Grazie allo sforzo congiunto di Regione Lombardia e della Fondazione ‘Il Vittoriale degli Italiani’, il patrimonio culturale lombardo ritrova oggi uno dei suoi tesori piu’ affascinanti nella sua inedita bellezza”.

RINASCITA DOPO LA TEMPESTA

“L’inaugurazione del nuovo ‘Parlaggio’ — ha concluso Galli — e’ resa ancora piu’ significativa dal fatto che avviene all’indomani dei mesi
difficili che lentamente ci stiamo lasciando alle spalle. Acquista pertanto un alto valore simbolico di rivincita culturale e sociale che enfatizza la tenacia e l’abnegazione, tratti caratteristici del più autentico spirito Lombardo”.

INVESTIMENTI PREZIOSI E LUNGIMIRANTI

“Sono entusiasta di questo grande traguardo: si tratta di un’opera magnifica, resa possibile dalla determinazione di nel voler realizzare la visione e il lascito del vate D’Annunzio”, ha commentato Lara Magoni. “Regione Lombardia ha avuto un ruolo centrale, perché — ha aggiunto l’assessore alTurismo, Marketing territoriale e Moda — ha creduto e crede nell’importanza fondamentale di luoghi come questo che uniscono natura, arte, storia e cultura. Perle rare, essenziali per far conoscere e per far rinascere la nostra terra. Investimenti preziosi e lungimiranti, all’insegna di un turismo culturale che — ha concluso — in Lombardia offre numerose opportunità per
scoprire luoghi, storia e arte. La nostra regione e’ davvero un museo a cielo aperto”.

UN INTERVENTO CHE CONTRIBUIRA’ ALLA RIPARTENZA

L’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli, non ha avuto dubbi nel definire ‘Il Vittoriale’ “qualcosa di unico e inimitabile
che esalta in maniera eccezionale una zona geografica che, con un pizzico di orgoglio gardesano, non esito a definire fantastica. Sono certo — ha sottolineato — che anche l’intervento presentato oggi e realizzato grazie alla volontà e all’intraprendenza della Regione Lombardia contribuirà, insieme a un’importante serie di misure che abbiamo elaborato per affrontare il post-emergenza, a far ripartire con l’energia tipica della gente di questi territori un sistema economico che si sviluppa in moltissimi settori, a partire da quello turistico”.






Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/inaugurato-al-vittoriale-il-nuovo-teatro-come-lo-aveva-voluto-gabriele-dannunzio/

Lascia un commento