Il turista disperso è tornato da solo: aveva battuto la testa

Il lieto fine che nessuno si aspettava: Maik Diederich, il turista tedesco che da sabato tutti cercavano nel lago, è tornato a casa. Vivo e tutto sommato in buona salute.

Ieri sera, poco prima delle 22, il 42enne si è presentato al residence di via della Molaria dove la famiglia è ospite: ancora in ciabatte e in costume da bagno, ha scavalcato il cancellino d’ingresso perché l’ha trovato chiuso. La sua famiglia dormiva, lui ha bussato alla finestra e si è fatto sentire.

L’uomo ha riferito di aver sbattuto la testa mentre nuotava sul dorso. Dopo essersi ripreso dal brutto colpo, ha rimesso l’acqua ingerita, ma non ricordava né chi fosse, né dove si trovasse. E ha cominciato a vagare per i boschi della riserva naturale di Manerba, trovando riparo in grotte e anfratti. Fino a ieri, quando finalmente ha cominciato a tornare in sé e ha ritrovato la via del ritorno.

L’articolo completo sul Giornale di Brescia in edicola oggi, martedì 16 luglio, scaricabile anche in formato digitale.

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/il-turista-disperso-%C3%A8-tornato-da-solo-aveva-battuto-la-testa-1.3381363

Lascia un commento