il Nucleare in Lombardia. Votare Penati è l’unico modo per opporsi.


Giuliano Zuccoli (presidente del consiglio di gestione) afferma che A2A è pronta a sfidare l’Enel sul . Per Zuccoli occorre “una compagine che regga il confronto con Enel e Edf. Una soluzione alternativa deve stare in piedi da un punto di vista sia finanziario sia industriale. Nel primo caso – dice – ci vuole un soggetto forte, un operatore finanziario e quindi non necessariamente l’Eni. Andrebbero bene anche delle banche o dei fondi, in generale, degli investitori di lungo periodo. Per il secondo aspetto ci vogliono degli operatori elettrici e anche in questo caso non necessariamente l’Eni, che pure ha competenze innegabili.
Zuccoli afferma poi che in Lombardia si potrebbe costruire una centrale: “E’ una regione che confina con un grande fiume e le condizioni tecniche per farla, in teoria, ci sarebbero”.

Il Nucleare è una scelta obsoleta e stupida, visto che porta risultati dopo vent’anni con enormi costi e senza risolvere il problema delle scorie. Il nostro voto alle elezioni regionali è l’unico modo per opporsi a questa scelta scellerata. Il candidato del PD Penati si è espresso contro il nucleare, senza equivoci e possibili interpretazioni. Poca chiarezza dal candidato di Destra Formigoni e viste le premesse c’è da preoccuparsi.

Come risolvere il problema energetico allora? I democratici lombardi propongono un forte investimento sulle energie rinnovabili, creando nuove opportunità di investimento e di lavoro.  Inoltre si può pensare ad una ristrutturazione energetica degli edifici che riduca i consumi, anche qui con un diretto riscontro di indotto per le imprese lombarde.

Link all'articolo originale: http://andreavolpi.blogspot.com/2010/03/il-nucleare-in-lombardia-votare-penati.html

Lascia un commento