I Viaggi della Zia Marisa: CICLADI CON IL VELIERO GALILEO 

Quando la mia Tour Operator Chiara di Verona mi propose di fare la crociera con il veliero Galileo per vedere le isole Cicladi ero un po’ incerta se aderire o meno, invece è stato un viaggio stupendo che mi ha arricchito l’animo di conoscenza e di gioia.

Decido di partire con mia nipote Natascia e le sue due ragazzine Chiara e Vittoria e l’amica del cuore Anna. Prima tappa Atene dove visitiamo il museo nazionale di archeologia: uno dei più importanti musei del mondo. Qui ci sentiamo riportare all’epoca dei grandi personaggi dell’antica Grecia. Vediamo la collezione di arte ciclidica, di arte micenea, le sculture classiche ed elleniche tra cui la maschera di Agamennone, le cariatidi autentiche del Partenone e tante opere affascinanti. Al porto di Marina Zea ci imbarchiamo sul romantico veliero Galileo per incominciare la navigazione che ci porterà nelle bellissime e suggestive isole cicladi. Seconda tappa: Isola di Poros dove vediamo la bella cappella di S. Nicola nella Basilica della Madonna di Katapoliani. Poi Poliegos piccola isola famosa per le sue spiagge dove ci rilassiamo con uno splendido bagno prima di arrivare alle isole. Vediamo poi Folegandros , una delle più spettacolari isole dell’egeo con appena 600 abitanti e piccole casette colorate di bianco piene di fiori e viuzze strette che pare si diano la mano. Un sogno! Dopo tre ore di navigazione e bagno tuffandoci  dal veliero nelle bellissime acque azzurre dove nacque Venere, approdiamo all’isola di Santorini e qui il mio cuore ha provato una grande emozione e mi sono sentita di dire “fermati istante perché sei bello”. Il paese è arroccato su una collina e tutte le casette sono pitturate di celeste, fanno giro tondo sul mare azzurro e gli occhi non sanno dove guardare tanta è la bellezza. Vediamo Thira  e il sito archeologico di Acrotiri, la nuova  Santorini, colpita dal terremoto nel 1629 avanti Cristo e scoperta nel 1967. E’ ricca di  reperti archeologici e di vasellame con bellissimi dipinti. Facciamo una passeggiata guardando il mare di un azzurro intenso e i negozietti pieni di oggetti marini. Proseguiamo la nostra navigazione e prima di arrivare a Paros ci tuffiamo dal veliero per fare un bel bagno nelle acque limpide prospicenti ad Antiparos. Facciamo un’escursione nell’isola con sosta a Parikia molto affollata e al bellissimo e il caratteristico villaggio di Noussa.

Arriviamo al sito archeologico di Delos, antica isola sacra  patrimonio dell’umanità, interessante ma in declino e puntiamo la prua verso Mykonos, bella cittadina con tanti negozietti e ristorantini sul mare  ma purtroppo molto affollata dato che qui arrivano  le navi da crociera con migliaia di turisti. E’ famosa per i suoi mulini e per le sue spiagge di sabbia d’oro. Per finire visitiamo Syros che è l’isola capitale delle Cicladi, un paese arroccato sulla collina con le casette tutte unite che sembra un presepe. Arriviamo al porto di Atene dopo aver goduto della vista di capo Sounion con il suo tempio di Poseidone. Termino questa relazione inneggiando alla Grecia, terra dal fascino classico e sensuale, con acque cristalline, sole splendente, paesaggi indimenticabili, e monumenti che si ergono maestosi a ricordo della gloria antica.

Link all'articolo originale: http://www.giornaledelgarda.info/i-viaggi-della-zia-marisa-cicladi-con-il-veliero-galileo/

Nessun tag per questo articolo.

Lascia un commento