I cannoni tornano a far fuoco all’ombra della torre di S. Martino

Il cielo si farà grigio di polvere da sparo, l’aria diventerà pesante, le gambe tremeranno e i cuori torneranno a sussultare: nel centosessantesimo anniversario della Battaglia, Desenzano rievoca l’inferno del 24 giugno 1859. E lo farà raccontando sì il tremendo scontro che ebbe luogo attorno a dove oggi è eretta la torre, ma anche la variegata umanità attorno a quelle epiche e memorabili gesta.

Da venerdì fino a lunedì 24 giugno. Concerti e spettacoli, “tableaux vivants”, laboratori e convegni, presentazioni di libri e soprattutto la rievocazione storica che ogni anno porta a San Martino della Battaglia migliaia di visitatori.

Domenica alle 17: centinaia di rievocatori provenienti da tutta Italia e anche dall’estero si ritroveranno all’ombra della torre. Baionette e sciabole, colpi di fucile, cannonate e cariche di cavalleria: questo e molto altro sarà offerto al pubblico (ingresso 5 euro), che da spettatore avrà l’opportunità di immaginare quanto sangue sia stato versato in queste terre per il sogno, realizzato, di costruire l’Italia.

La rievocazione, momento clou delle celebrazioni, sarà preceduta dalle esercitazioni della cavalleria e seguita dall’ammainabandiera. Ma il calendario per i quattro giorni è davvero fitto. Dopo la “Cena con la storia”, con lo storico Francesco Perfetti, sul tema della diplomazia che si è tenuta ieri, dal pomeriggio di oggi a San Martino le giovani del gruppo storico Najadi narreranno ai visitatori, nei panni di ferventi patriote, la partecipazione delle donne e dei civili all’epopea risorgimentale (alle 14.30).

Per chi volesse saperne di più sulla medicina all’epoca della Seconda Guerra d’Indipendenza, poi, c’è l’incontro “Chirurgia militare da campo: la cura dei feriti” (sabato alle 15, domenica alle 10). Ancora: domenica alle 10 sarà inaugurata “…E vincere bisogna”, una nuova istallazione multimediale a fianco della torre, mentre alle 14 comincerà la “Maratona del Risorgimento”, con la presentazione di ben sei libri sul tema.

Tre, infine, gli appuntamenti musicali: venerdì 21 l’”Omaggio a Verdi” della banda cittadina (21.15), domenica alle 16.30 la Fanfara di Bedizzole, lunedì 24 la Banda dell’Esercito alle 21.15. 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/i-cannoni-tornano-a-far-fuoco-all-ombra-della-torre-di-s-martino-1.3375819

Lascia un commento