Hacking Garageband

Sto utilizzando Garageband su iPad per farmi da ssistente mentre studio scale e arpeggi e trovo che abbia funzioni molto limitate soprattutto nella modifica delle parti, nelle trasposizioni e nella scelta di strumenti per fare ciò che serve, mentre su mac Garageband funziona bene per lo scopo.

Il problema è che "ufficialmente" non c'è modo di mettere i files GB di mac sull'iPad (mentre è possibile il contrario) ma ho trovato un buon modo per farlo che richiede un minimo di abilità ma nulla di difficile. Il video che ho scoperto e che spiega il tutto è su YouTube.

Schermata 2011-08-06 a 23.17.56 Bisogna sapere che i files di GB in realtà sono dei contenitori di altri files per cui la prima cosa da fare è cliccare sul nome del file GB con il tasto ctrl premuto e selezionare il file projectData e scegliere di aprirlo con TextEdit.

 

 

Schermata 2011-08-06 a 23.18.14 Ci sono due campi a cui va cambiato il contenuto: quello che contiene il sistema operativo (c'è scritto "macos") e quello con il tipo di sistema (c'è scritto "i386")   che vanno sostituiti rispettivamente con "ios" e "iPad2,1 (oppure "iPad1,1" se avete un iPad 1)

Salvato il file bisogna fare la stessa oeprazione su un altro file che si chiama metadata.plist che è nella cartella output

 

 

 

 

 

Schermata 2011-08-06 a 23.18.34  Per modificare il file basta cliccare sul nome e si apre l'editor apposito (property List Editor) e anche qui bisogna cambiare i due campi con "ios" e "iPad2,1"

 

Schermata 2011-08-06 a 23.18.59 Per modificare basta cliccare sul campo e riscrivere. Se per caso battete "invio" vi aggiunge una riga vuota e basta fare il classico cmd+Z per annullare

 

 

 

 

 

 

Schermata 2011-08-06 a 23.19.17 Se nel brano avete usato dei loop che non esistono sull'iPad bisogna copiarli nella cartella "Media" andandoli a cercare nella libreria dei loop di GB (la lente per cercare i files .caf è velocissima)

 

A questo punto si collega l'iPad al mac e si attiva (se non parte in automatico) iTunes e nel menu dell'iPad che appare su iTunes si sceglie il menu App e Condivisione Documenti e si aggiunge alla lista dei file presenti il file che si è modificato, sovrascrivendo il precedente se già c'è.

Vedrete l'iPad sincronizzarsi e a questo punto potete scollegarlo e lanciare GB sull'iPad. Si sceglie la funzione Copia da iTunes e si importa il file GB che interessa e il gioco è fatto.

Una NOTA IMPORTANTE: sull' iPad non ci sono tutti gli strumenti software che ci sono su mac per cui il tutto funziona bene con gli strumenti software semplici come Piano e chitarra e con i loop azzurri che sono in realtà dei campioni audio.

Se su mac avete usato strumenti software (file verde) il suono su iPad è brutto e non ci sono molti modi per risolvere la cosa se non cercare tra i vari esempi di tastiera e di synth quello che fa meno danni.

Una via per uscirne è quella di create una serie di tracce con gli strumenti che ci sono sull'iPad mettendo note anche a caso. Trasferire il brano da iPad a mac seguendo il percorso inverso con l'opzione manda a iTunes (scegliendo "in formato Garageband" ) e poi sul mac salvare il file da iTunes su disco. Una volta su mac si apre Garageband (da notare che ne crea una copia per via del nome di sistema operativo credo)  e si mettono sulle tracce le note che si vogliono eseguire (N.B. Senza cambiare lo strumento software che lui propone perchè è quello che esiste su iPad) e si aggiungono gli strumenti con loop azzurro se servono e poi si salva, edita e rimanda indietro.

Voilà! Speriamo che Apple si dia una mossa a migliorare il tutto perchè iPad è utilissimo per suonare e studiare ed è più comodo del portatile intero (raccomando gli accessori di IK Multimedia : iRig, per collegare la chitarra, i Klip per attaccare iPad al leggio, e il prossimo iRig Midi per attaccare all'iPad strumenti MIDI).

Link all'articolo originale: http://blog.gigitaly.it/2011/08/hacking-garageband.html

Lascia un commento