Gli alpini di Castelnuovo feggiano il novantesimo di foindazione

Tre giorni di festa con gli per ricordare il novantesimo di fondazione del gruppo castelnovese commemorando anche i fatti dell’11 aprile 1848, accaduti 171 anni orsono. Apre la rassegna festiva delle penne la didattica con le scuole elementari e medie venerdì 5 aprile dalle 8,00 fino alle 16,00 presso la baita alpina. Vi partecipano uomini e mezzi dell’Esercito Italiano, della Polizia dei carabinieri, la Squadra di con i Nuclei Cinofili di salvamento e Pet Therapy. E’ assicurata la presenza dei “rievocatori” con le divise della Prima Guerra mondiale del Gruppo Storico del 6° di Verona. Gli studenti saranno coinvolti in prove di abilità. In serata, dalle 21 alle 24 musiche e cante alpine nella Chiesa santa Maria Nascente con la presenza del Coro Montegaleto di Bussolengo, Costabella di Pacengo e la banda cittadina.

“L’adunata della Zona Basso Lago con i gruppi di Bardolino, Bussolengo, Calmasino, Cavalcaselle, Colà, Cristo Risorto, Lazise, Pacengo, Pastrengo, Peschiera, Piovezzano, Sandrà, la Squadra di Protezione Civile, i Cinofili di salvamento – spiega il capogruppo  Pietro Rossi – proprio per dare un segno importante di questo anniversario  che ha visto nascere il gruppo alpino nel lontano 1929 e che ci vede impegnati assieme alla amministrazione comunale a valorizzare l’impegno civico delle penne nere sul nostro territorio. Un particolare ricordo alle vittime dell’attacco austriaco alla chiesa ed al campanile nell’aprile del 1848 per non dimenticare”.

I festeggiamenti continuano anche nella giornata di sabato 6 aprile, sempre presso la baita alpina di Via Testi, dalle 11 alle 15 per presentare alla popolazione le attività svolte e per premiare i fondatori ed i familiari che hanno contribuito fattivamente alla vita del gruppo. Con l’occasione saranno ricordati i fatti accaduti nella prima Guerra d’Indipendenza, precisamente 11 aprile 1848 con l’assalto e saccheggio del borgo da parte della truppe del principe Thurn und Taxis, causando morti fra vecchi, donne e bambini e la profanazione della chiesa.

I festeggiamenti si concludono domenica 7 aprile con l’alzabandiera presso la baita alpina, la messa concelebrata nel Brolo delle Melanie. Al termine sfilata per le vie del centro con la deposizione delle corone di alloro sia la monumento ai caduti che nel luogo dell’eccidio austriaco con la presenza delle autorità civili e militari.

 

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/gli-alpini-di-castelnuovo-feggiano-il-novantesimo-di-foindazione/

Lascia un commento