Giornale del Garda 2019-06-12 04:57:50

Non solo una battaglia, ma gesti di umanità anche nell’inferno del 24 giugno 1859. Solferino e San Martino fu questo. Epiche, solenni, memorabili: le iniziative promosse per commemorare il 160° Anniversario della battaglia, nei giorni da venerdì 21 a lunedì 24 Giugno.

La Cena – La Cena con la Storia con lo storico Francesco Perfetti, consulente di Rai , membro del comitato scientifico di Passato e Presente, già capo del servizio storico del Ministero degli Affari Esteri, aprirà le celebrazioni, venerdì 21 giugno alle 20 al ristorante Alla Vittoria- Da Renato a Solferino. Solferino: da Plombières a Villafranca sarà il titolo della serata che svelerà l’altro volto della battaglia: dall’arte della guerra all’arte della diplomazia.

I Concerti e gli Quella stessa sera la Torre di San Martino si trasformerà in una grande sala da concerto,  con le musiche dell’“Omaggio a Verdi”, dell’Ente Filarmonico Banda di Desenzano del Garda mentre domenica 23 giugno mattina l’Istituto Comprensivo statale di Adro farà riviere l’antica tradizione marionettistica con lo spettacolo: “W i Mucchetti – La grande battaglia di San Martino e Solferino.”

Nel pomeriggio di domenica sarà la volta della Fanfara Bersaglieri di Bedizzole che con la sua musica squillante anticiperà la rievocazione storica. Lunedì 24 giugno sera si esibirà sempre al complesso monumentale di San Martino della Battaglia la Banda dell’Esercito Italiano.

Tableaux vivants- Dal pomeriggio del 22 giugno a San Martino le giovani del gruppo storico Najadi narreranno ai visitatori, nei panni di ferventi patriote, la partecipazione delle donne e dei civili all’epopea risorgimentale.

Fratture, ferite da arma da taglio e da fuoco, amputazioni: chi volesse saperne di più sulla Medicina all’epoca della Seconda Guerra d’Indipendenza non potrà perdersi l’incontro: Chirurgia militare da campo: la cura dei feriti, che verrà riproposto oltre che sabato pomeriggio, domenica mattina.

Sempre domenica mattina verrà inaugurata una nuova e sorprendente installazione multimediale: “…E vincere bisogna”, nella terza sala della Torre di San Martino, accanto all’affresco dei Bersaglieri al Fiume Cernaja.

Le visite guidate– In quei giorni saranno organizzate anche delle visite guidate gratuite (a pagamento, solo i biglietti di ingresso ai Musei). A San Martino: I soldati e le armi del 1859, sabato pomeriggio e domenica mattina; la visita alla mostra temporanea sulla Grande Guerra, sabato pomeriggio; Luoghi ed ideali del Risorgimento, domenica pomeriggio.

A Solferino la visita guidata di sabato pomeriggio anticiperà la Fiaccolata della Croce Rossa da Solferino a Castiglione.

Convegni e presentazioni di libri – Nella mattina di sabato 22 giugno un convegno storico sulla Battaglia di Solferino e San Martino sarà organizzato a Palazzo Menghini a Castiglione delle Stiviere.

Novità di quest’anno, domenica 23 giugno pomeriggio al complesso monumentale di San Martino della Battaglia, Maratona Risorgimento, con la presentazione di sei nuovi libri, freschi di stampa, di tre autori e di tre autrici. Diari, saggi storici, romanzi ambientati all’epoca della battaglia.

La Rievocazione storica – Domenica 23 giugno alle ore 17. Centinaia di rievocatori provenienti da tutta Italia ed anche dall’estero. Baionette, sciabole, colpi di fucile e di cannone e persino cariche di cavalleria. Sarà possibile entrare nel vivo della terribile battaglia che 160 anni fa insanguinò questo territorio. La rievocazione sarà preceduta dalle esercitazioni della Cavalleria e seguita dall’Ammainabandiera.

Onori ai Caduti – Domenica sera all’Ossario di San Martino sarà celebrata una Messa in suffragio dei Caduti. La mattina seguente a Grole, frazione di Castiglione delle Stiviere, ci sarà la Commemorazione al monumento ai Caduti Francesi. La cerimonia commemorativa a Solferino inizierà lunedì mattina alle 10 nel centro storico, proseguirà con la Messa in memoria dei Caduti all’Ossario e si concluderà con l’Onore ai Caduti in piazza Ossario. Anche a Medole verranno ricordati i Caduti francesi, la sera di lunedì presso la Cappella di San Vito.

“Oh Italia, possa tu sempre essere amata quanto costasti!”

Edmondo De Amicis, decimo anniversario della Battaglia di Solferino e San Martino.

www.solferinoesanmartino.it

Link all'articolo originale: http://www.giornaledelgarda.info/33402-2/

Nessun tag per questo articolo.

Lascia un commento