Genova/Milano – CAMBI – Aste a Genova e mostra di Salvo a Milano

Dopo l’asta milanese dedicata al Design con interessante prevalenza degli apparecchi di illuminazione, è ora il turno dell’Antiquariato nella sede di Genova (9-11 Ottobre 2018) con un catalogo di ben 1500 lotti, la cui prima tornata è dedicata a mobili ed arredi da un’elegante dimora milanese. A seguire sculture, sia in legno policromo che marmoree dal XIV al XIX secolo. Nella terza tornata abbiamo orologi, pendole sia da tavolo che da parete, buoni per una collezione. Nella quarta i dipinti, fra cui molti paesaggi di autori olandesi, romani, napoletani. Infine nella quinta, argenti e tappeti.                                                                                                                            Un catalogo apposito è dedicato ad “Arte Marinara e Strumenti Scientifici”. Vediamo, tra altri oggetti sul tema, sestanti, timoni, una tuta da palombaro, bussole, piccoli globi terrestri, cannocchiali, cassettoni da marina, modellini di veliero; tra questi ultimi spicca un grande modello di yacht navigante con scafo in legno verniciato di fattura italiana, inizio ventesimo secolo. Inoltre mappe, quadri di artisti napoletani tra Otto e Novecento, spesso raffiguranti il golfo partenopeo e il Vesuvio in eruzione, oltre a navi e velieri in mare.  Non solo aste, la sede milanese di Via San Marco, si fa esposizione. Dal 12 al 19 Ottobre (9-13 e 14-18) sarà possibile ammirare un’interessante selezione di opere di Salvo: 20 dipinti dell’artista siciliano, al secolo Salvatore Mangione (Leonforte-Enna, 1947-Torino, 2015), una delle figure più singolari nel panorama artistico italiano ed internazionale. Partito dall’ “Arte Povera” e “Concettuale” a Torino, sua città di adozione, approdò ad un mondo fatto di colori. I suoi paesaggi vanno oltre l’astrattismo o la figurazione, evocando luoghi visti nei suoi vari viaggi, filtrando con mente e cuore i suoi ricordi. I quadri provengono dalla collezione del genovese Giuseppe Marelli, detto Pinotto. Terzogenito di un brillante architetto, coltiva fin da subito la sua passione per il mondo sartoriale. Incontra l’imprenditore Carlo Frua De Angeli che diventa per lui fonte di ispirazione ed apprendimento, sia in ambito professionale che artistico. Colpito dalla sua importante collezione europea del Novecento moderno, diventa anch’egli appassionato collezionista. Lavora alla Cerutti per oltre trent’anni, personaggio cruciale per il Marchio. Durante la sua ascesa professionale continua a collezionare arte contemporanea: da Fontana a Christo la sua dimora milanese era ricca di opere di artisti in ascesa. Si innamora dei paesaggi del giovane Salvo, diventandone amico. Le venti opere ora in mostra saranno batture in asta martedì 4 Dicembre durante il secondo appunto annuale di Cambi dedicato all’arte moderna e contemporanea.

Cambi Aste – Genova-Castello McKenzie, Mura di San Bartolomeo 16, Genova; Tel. 010 8395029; Sede di Milano: Via San Marco 22; Tel. 02 36590462; www.cambiaste.com

Fabio Giuliani

Cambi - ottobre 2018 - 1    Cambi - ottobre 2018 - 2

 

 

Link all'articolo originale: http://www.giornaledelgarda.info/genovamilano-cambi-aste-a-genova-e-mostra-di-salvo-a-milano/

Nessun tag per questo articolo.

Lascia un commento