Gabbiani morti e topicida, indagini aperte a Desenzano

A lanciare l’allarme è stato il Wwf di Bergamo-Brescia, dopo che uno via l’altro nella giornata di ieri i volontari hanno rinvenuto nei pressi della spiaggetta a ridosso della Cascina De Asmundis, a Desenzano, le carcasse di due grossi gabbiani. Ancora viva, ma in pessime condizioni, nelle scorse ore è stata ritrovata anche una folaga.

Per capire quale fosse la causa di questa improvvisa moria di grossi volatili, ecco che sono scattati i sopralluoghi: prima quello degli stessi animalisti, quindi quello dei tecnici di Ats, una volta che nei pressi della spiaggetta è stato rinvenuto un notevole quantitativo di bustine contenenti quello che si presume essere veleno per i topi: il contenuto, dal colore sgargiante, verde e rosso, è ora sotto esame. Nelle prossime ore si saprà se a causare la morte dei due gabbiani possa essere stato proprio il contenuto di quelle bustine, che risultano all’apparenza in parte rotte, forse proprio dalle beccate degli uccelli.

Frattanto al lavoro per risalire a chi possa aver – accidentalmente o meno – abbandonato quel prodotto sulla spiaggetta pubblica (ancorché priva di accesso pedonale diretto) si sono messi anche gli agenti della Polizia Locale di Desenzano, che hanno provveduto a segnalare l’episodio alla Procura, per tutte le disposizioni del caso.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/gabbiani-morti-e-topicida-indagini-aperte-a-desenzano-1.3394808

Lascia un commento