Freddo e nebbia non fermano il tradizionale tuffo di Capodanno

Nebbia fitta sul lago e 4 gradi la temperatura esterna (10 in acqua). Non erano proprio le condizioni ideali per il tradizionale primo tuffo dell’anno nel lago di Garda, che come ogni primo gennaio richiama in spiaggia al Lido di Maderno decine di impavidi appassionati, ma anche nel 2022 i partecipanti hanno sfidato il freddo per onorare il benvenuto del primo gennaio.

«Siamo stati immersi giusto un minuto, il tempo di tuffarci e poi siamo subito usciti» raccontano infreddoliti e avvolti negli asciugamani. Ma c’è anche chi sottolinea come l’anno passato sia stato molto caldo, forse anche troppo: «Nel 2021 ho fatto il bagno ogni singolo giorno» spiega Alido, che è l’organizzatore del rito di inizio anno.

I coraggiosi provenivano da paesi in tutta la provincia, e non solo: Pontevico, Padenghe sul Garda, Toscolano, Gargnano, Carzago Riviera, Muscoline e anche Chivasso e Cavalese.

EMBED [box Newsletter BUONGIORNO]

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/freddo-e-nebbia-non-fermano-il-tradizionale-tuffo-di-capodanno-1.3657510

Lascia un commento