Flash mob di LAV e Marevivo contro i delfinari

50698_delfini_testata_trevi

L’ambientazione è la meravigliosa fontana di Trevi a Roma, lo scopo quello di dire no ai delfinari, i soggetti LAV e Marevivo, il remake quello della famosa vendita inscenata da Totò.
Questo, in breve, un sunto del Flash Mob realizzato a Roma dalle due associazioni che liberando in aria 100 palloncini a forma di delfino hanno voluto chiedere ancora una volta, in modo ancora più forte, la liberazione dei delfini imprigionati nei delfinari presenti in Italia aderendo alla campagna “SOS Delfini” organizzata dall’Associazione spagnola Faada, insieme a Born Free Foundation.

Dalle indagini svolte dalla LAV, nel nostro paese, sono state documentate diverse violazioni al Decreto Ministeriale 469/2001 in merito di condizioni di mantenimento in cattività dei delfini Tursiopi (specie normalmente utilizzata nei delfinari).

I delfinari quindi non avrebbero nessuna funzione né scientifica né educativa e di questo il pubblico ne è sempre più consapevole visto che più del 68% degli italiani vorrebbe l’abolizione di queste strutture.

L’appello di Lav e Marevivo è quindi di non visitare queste strutture.

Nessun tag per questo post.

Link all'articolo originale: http://www.aolamagna.it/2013/08/flash-mob-di-lav-e-marevivo-contro-i-delfinari/

Lascia un commento