Finge di essere poliziotto per evitare la fila in disco

Aveva fretta di andare a ballare, ma sulla pista della discoteca non ha messo piede. È finita male la serata di un uomo di 35 anni, portato nella caserma dei carabinieri e denunciato a piede libero per sostituzione di persona e detenzione di oggetti che simulano l’appartenenza a forze di polizia. I fatti sono accaduti a Desenzano, dove nei giorni scorsi un equipaggio del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia dei carabinieri, mentre stava effettuando un giro di controllo nel parcheggio di una discoteca, è stato chiamato dagli addetti alla sicurezza del locale.

Il motivo? Tre persone creavano problemi all’ingresso. Uno dei tre, in particolare, dicendo di essere un poliziotto pretendeva di saltare la coda, e di farla saltare anche ai due amici che lo accompagnavano. Il tutto con una certa arroganza, mostrata peraltro anche ai carabinieri intervenuti. Anche ai militari l’uomo (un albanese residente a Desenzano) ribadiva le sue pretese, insistendo col dire di essere un poliziotto. Per rafforzare (ai suoi occhi) la qualifica, estraeva dalla tasca un portadocumenti con tesserino e placca metallica simili a quelli identificativi delle forze dell’ordine, ma che in realtà si riferiva ad una sedicente agenzia di investigazioni internazionali. A quel punto il 35enne, palesemente alticcio, è stato accompagnato in caserma. Oltre alla denuncia penale ed al sequestro della «patacca», gli sono state mosse le contestazioni amministrative relative all’ubriachezza molesta ed al parcheggio dell’auto in area riservata a persone invalide.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/finge-di-essere-poliziotto-per-evitare-la-fila-in-disco-1.3298422

Lascia un commento