Egr. Direttore/2 – lettera al direttore pubblicata

Dopo aver letto questo articolo pubblicato sul Bresciaoggi, ho preso carta e penna ed ho scritto al direttore. Anche questa volta la lettera non è stata pubblicata. Questa volta è stata pubblicata.

Egr. Direttore,
Le scrivo in merito all’articolo pubblicato sul suo giornale Martedì 17 novembre 2010 (pag. 31) con il titolo “La Lega: Salvare Prodotti e ambiente gardesani” nel quale viene riportato puntualmente dal cronista la posizione della Lega Nord del Garda su temi di fondamentale importanza quale la salvaguardia del territorio e la condotta sub-lacuale del depuratore. Mi permetto di esprimere qui le mie personali considerazioni sull’argomento.
Mi hanno colpito in particolar modo le parole di Monica Rizzi quando dice che la Lega ha vinto quando si è presentata con programmi di tutela del territorio.
E’ chiaro che la sig.ra Monica Rizzi non conosce il Garda o quanto meno non conosce la Valtènesi. Il centro destra governa quasi tutti i comuni della Valtènesi ormai da almeno quindici anni e la Lega ha appoggiato direttamente o indirettamente tutte queste amministrazioni. Chiunque può valutare l’enorme impatto del vorticoso sviluppo edilizio subito dal nostro territorio. Credo che un po’ di onestà intellettuale oggi non guasterebbe, se si decide di volersi ricostruire una verginità ambientalista.
Ad onor del vero devo segnalare un leghista che sembra voglia muoversi nel senso della tutela del territorio. Mi riferisco al Sindaco Simoni di Manerba. La buona volontà dell’attuale giunta di Manerba del Garda, dove la Lega però governa con il Partito Democratico, sarà tuttavia verificata sui fatti concreti. Del resto non credo vi sia altra strada da seguire in quanto trovo difficile identificare ulteriori aree edificabili in un comune che ha visto un incremento del suolo consumato per l’edilizia dal 1999 al 2007 del 6,2% fino ad arrivare a consumare poco meno del 50% del territorio totale.
Oggi a San Felice del Benaco la Lega governa con il PDL. Il PGT che si sta per adottare prevede 129 mila metri quadrati di nuove edificazioni con oltre 42 mila metri cubi di nuove case. A questi dati mancano le volumetrie residenziali su lotti liberi poiché non ancora note.
Se per la Lega Nord un PGT da circa 14 milioni di euro, che prevede l’incremento di oltre 700 abitanti equivalenti (a mio avviso non inferiori a 1000 abitanti reali) in un paese con 3200 anime, significa salvaguardare il territorio, allora credo sinceramente si sia perso il senso della misura.
Nell’articolo si parla poi della condotta sub-lacuale, orami un vero colabrodo. Vorrei ricordare che l’unico candidato che nelle ultime elezioni provinciali ha avuto il coraggio di sollevare questo tema in modo pubblico è stato il candidato della lista “Sinistra per Brescia”. Dal centrodestra silenzio assoluto. Il Garda non sta a cuore al PDL e nemmeno alla Lega. Basti pensare che il loro candidato, tale Elisa Fontana, non ha nemmeno avuto il buon gusto durante tutta la campagna elettorale, di farsi vedere in questo collegio elettorale. Sarebbero bastati pochi incontri almeno per capire quali siano le esigenze e le istanze di questa martoriata terra. Invece niente.
In fine una battuta sulla difesa dei prodotti enogastronomici gardesani. Nell’articolo vengono citate due iniziative che la Lega vuole sostenere: La Fiera di Puegnago e Prim’Olio. Senza entrare nel merito di come un Partito possa sostenere due iniziative del genere, salta subito all’occhio che si tratta di eventi che vedono la partecipazione di comuni dove la Lega Governa. Se si vuole veramente tutelare i prodotti gardesani bisogna farlo a 360° e non solo per interesse politico. Ci sono iniziative in Valtènesi, di ben più lunga tradizione e richiamo rispetto a quelle citate nell’articolo, che meritano altrettanta attenzione, anche se ideate e realizzate da giunte di sinistra o da associazioni apartitiche.
La difesa del territorio e la salvaguardia dei prodotti sono due facce della stessa religione che oggi richiede sobrietà, buon senso, buon gusto e creatività. Tutte cose che, mi sembra, mancano alla Lega Nord.

Link all'articolo originale: http://www.simonezuin.it/wordpress/?p=2460

Lascia un commento