Diamo a Cesare quel che è di Cesare

i nuovi cartelli di divieto in piazza a San Felice

i nuovi cartelli di divieto in piazza a San Felice

Perchè non si dica che sono fazioso e di parte o meglio non si dica che sono politicizzato o partittizzato (ma chi è quel genio che ha coniato questo termine?).

In un precedente post avevo parlato della parchetizzazione del centro storico di San Felice. La scelta dell’Amministrazione non godeva del mio appoggio, anzi.

Oltre a proporre una attenta e dettagliata analisi dell’offerta di situati nelle vicinanze della piazza invitavo l’amministrazione ad avere più coraggio e a continuare sulla strada che porta ad una corretta “mobilità sostenibile” dell’intero territorio comunale.

Avevo scritto agli amministratori ricevendo risposta solamente dai consigliari di minoranza

Bene, c’è un piccolo sviluppo della situazione ed è, a mio avviso, incoraggiante.

Sono stati eliminati alcuni parcheggi, incrementati quelli per i portatori d’handicap e rivista completamente la sosta.

Nel dettaglio:

  • i posti auto per i portatori d’handicap sono diventati 2.
  • Sono stati eliminati tutti i parcheggi davanti all’ex Monte di pietà.
  • Sono mantenuti circa 4 parcheggi con sosta vietata dalle ore 20 alle ore 8 e con sosta 30′ dalle 8 alle 20.

Non è molto ma è già qualcosa.

Visto questo primo passo sono certo che ce ne saranno altri che porteranno alla totale pedonalizzazione della Piazza. E certamente l’attuale amministrazione intende realizzare una collaborazione reale tra esercizi pubblici ed Amministrazione per costruire assieme valido motivo affinche cittadini e turisti frequentino la piazza.

E quindi, per sfatare la mia fama di fazioso, di parte, di politicizzato e partittizato (ma chi è quel genio che ha coniato questo termine?): Bravi!

ShareThis

Lascia un commento