Desenzano: picchiati, legati e rapinati in casa tre anziani

Ritorno alla normalità, purtroppo, significa anche ritorno alla criminalità. Lo hanno sperimentato sulla loro pelle tre anziani fratelli di Desenzano vittime, nella notte tra venerdì e sabato, di una rapina dalla quale, almeno sotto il profilo psicologico, faranno fatica a riprendersi. In centro. Il padrone di casa (76 anni) e due delle sue quattro sorelle, rispettivamente di 84 e 74 anni, sono stati colti alla sprovvista mentre dormivano nella loro villa in viale Andreis, la strada che dal centro della capitale del Garda porta verso l’ospedale.

Tre uomini incappucciati, e con guanti in lattice calzati alle mani per evitare di lasciare tracce del loro passaggio, si sono introdotti nella loro abitazione – a quanto pare senza bisogno di forzare porte o finestre – e in pochissimi minuti hanno seminato violenza e panico. 

La rapina si è consumata poco dopo mezzanotte. Una volta all’interno della villa, i malviventi hanno puntato direttamente verso il padrone di casa. L’uomo, noto commercialista, non ha avuto tempo e modo di capire cosa stesse accadendo che uno dei tre gli ha sferrato un pugno all’addome e lo ha messo nelle condizioni di non reagire. Il 76enne e le sorelle, bruscamente svegliati dai rapinatori, sono stati …

Leggi l’articolo integrale sull’edizione Giornale di Brescia in edicola oggi, domenica 23 maggio 2020, scaricabile anche in formato digitale

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/desenzano-picchiati-legati-e-rapinati-in-casa-tre-anziani-1.3482027

Lascia un commento