Desenzano in soccorso di famiglie e centri estivi: sostegni concreti per ripartire

Colombo: “Misure per far tornare a vivere ai ragazzi la propria socialità”.

Un sostegno per l’estate alle famiglie con minori sotto forma di contributi per i centri estivi e per quelle associazioni che presenteranno progetti per i centri estivi: un’operazione fortemente voluta dall’assessore ai Annalisa Colombo che permetterà a tutti i bambini e ragazzi compresi nella fascia di età tra gli 0 e i 17 anni, di poter tornare a vivere l’estate esprimendo tutta la loro socialità e il loro divertimento.

Sono stati pensati interventi dedicati a partire dall’età più bassa, quella compresa tra gli 0 e i 3 anni: dal 12 luglio al 28 agosto sarà possibile infatti iscrivere i propri bambini al progetto “Insieme d’estate” presso l’asilo nido “Pollicino” di Desenzano. Un’iniziativa che dunque si svolgerà come di consueto (l’anno scorso era stata realizzata solo nel mese di agosto) e che prevede la possibilità di iscrivere anche i bambini non frequentanti l’asilo.

Per la fascia dai 3 ai 14 anni sono stati implementati grazie all’ultima variazione di bilancio avvenuta la settimana scorsa in Consiglio Comunale i capitoli di spesa di altri €150.000,00 euro, risorse subito disponibili per sostenere le famiglie e le associazioni del territorio. Le prime potranno accedere ad un contributo a sostegno della retta di frequenza che andrà dai 45 euro ai 75 euro a settimana a seconda della fascia ISEE fino a un massimo di 450 euro. Pe le seconde invece sarà possibile ricevere un contributo a sostegno della realizzazione dei progetti presentati.

Altra decisone presa dall’Assessorato ai Servizi Sociali, è stata quella di assumersi tutte le spese per l’assistenza ad personam per in ragazzi con disabilità all’interno dei Centri Estivi scelti dalle famiglie con un progetto specifico volto all’integrazione a cura dei Servizi sociali. un modo per tendere la mano a chi ne ha più bisogno e per aiutare anche economicamente le stesse associazioni che presenteranno il progetto per le attività estive.

Infine per la fascia dei ragazzi più prossimi alla maggiore età, 14–17 anni, sono stati pensati progetti distrettuali in accordo con Legami Leali e Attiwarda. In questo caso il costo per le famiglie sarà nullo.

L’assessore ai Servizi Sociali Annalisa Colombo: “L’intento del nostro agire è stato quello di voler raggiungere tre obiettivi fondamentali con lo scopo di ridare a tutti i bambini e ragazzi del territorio la possibilità di tornare a vivere la propria socialità rispettando tutte le norme e le misure di sicurezza ad oggi in vigore. Abbiamo così deciso di attivarci direttamente laddove sul territorio non fosse ancora presente un’offerta per quelle fasce d’età, di sostenere concretamente le nostre associazioni nel loro operato tramite l’erogazione di un contributo economico e il sostegno dei nostri educatori per i ragazzi con disabilità. Infine abbiamo voluto garantire la libertà di scelta alle famiglie tramite un contributo per le rette di frequenza. E’ stato fatto molto, ma c’è ancora molto da fare, noi siamo al lavoro per assicurare la massima attenzione a tutti i bisogni del territorio”.

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/desenzano-in-soccorso-di-famiglie-e-centri-estivi-sostegni-concreti-per-ripartire/

Lascia un commento