Desenzano, gesto estremo al Commissariato: muore agente 52enne

Dramma al Commissariato della Polizia di Stato di Desenzano: ieri sera, un agente ha puntato contro di sé la pistola d’ordinanza e si è tolto la vita in caserma. I soccorsi si sono rivelati inutili, così come la corsa in ospedale: è deceduto poco dopo il suo arrivo in Poliambulanza. È accaduto attorno alle 19.

In via Dante Alighieri dove ha sede la struttura che ospita sia il presidio della Polizia di Stato e che il distaccamento della Stradale di Desenzano, i residenti hanno riferito di aver udito un urlo, prima del sorvolo di un elicottero, poi risultato essere l’eliambulanza decollata da Verona per soccorrere l’agente, un 52enne. Un intervento poi sospeso, dopo l’arrivo contestuale di diversi mezzi di soccorso di terra, tra ambulanza e automedica. 

I colleghi hanno trovato ancora in vita l’agente e hanno immediatamente lanciato l’allarme, ma questo non è bastato a scongiurare il più tragico epilogo: poco dopo l’arrivo in ospedale il 52enne è morto.

Non è la prima volta che a Desenzano si verificano episodi di altrettanta gravità: era il 2018 quando un agente della Polizia locale si tolse la vita nella sede del comando municipale. E nella nostra provincia l’ultimo episodio risale al 4 febbraio, un altro agente della Locale, ma di Palazzolo, finito al centro di una polemica per un parcheggio sbagliato. Prima ancora un carabiniere appena ventenne, a Vobarno: era il 16 agosto del 2019. 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/desenzano-gesto-estremo-al-commissariato-muore-agente-52enne-1.3505655

Lascia un commento