Mese: dicembre 2010

La prigione nel deserto

Ultimi giorni dell’anno, giorni di aperitivi, di auguri, di risate e vaccate in compagnia. Saranno stati gli effluvi provenienti dai flûte, ma può pure capitare che oltre al divertimento e al piacere dell’incontro, ne esca pure uno scambio “filosofico”. Un amico mi faceva riflettere sul fatto che ci possono essere due tipi di prigioni: quella […]

Buon Anno

Guardavo oggi questo albero stagliato contro il cielo blu intenso. Come il 2010 ha finito di dare i suoi frutti e le sue foglie, ancora fra i rami ha qualche residuo di neve passata che il sole dell’ultimo giorno dell’anno oramai scioglie. Si vedono però già le gemme del nuovo:…

I campanari di San Felice

Le campane sono indubbiamente il simbolo della festa e qualche giorno fa stavamo passeggiando tra la neve in paese con Camilla, quando sentiamo che i Campanér de San Filìs (campanari di San Felice del Benaco) stanno iniziando un mini-concerto di campane. Ci infiliamo quindi di soppiatto nella torre campanaria dove, salendo le anguste scalette che […]

Mahler riflessioni 3 (o meglio 4)

Dato che ho promesso a Paolo e ad altri il mio commento sul doppio CD di Mahler diretto da Abbado, ecco le mie riflessioni sulla sinfonia numero quattro. Come per la seconda e la terza sinfonia, anche nella quarta sinfonia Mahler utilizza i temi delle canzoni che ha scritto nella…

Mahler riflessioni 2

Accidenti mi sono accorto di aver scritto di getto più di mille parole e di non avere ancora parlato della Seconda Sinfonia come avevo promesso: ma è sempre così quando racconto ciò che mi appassiona. Spezzo in due il racconto e provo ora a parlare della Seconda Sinfonia Mahler era…

Mahler Riflessioni 1

Rispondo all’invito di Paolo che lo chiede esplicitamente e ci provo a dire cosa trovo straordinario nella musica di Mahler e perchè mi sta "prendendo" così tanto. Non sono un musicologo, e nemmeno un musicista ma un grande appassionato che trova nella musica non solo la bellezza e il piacere…

Piccolo grande amore

Guardo Marina preparare i ravioli di zucca per gli amici, osservo i gesti, veloci di esperienza ma soppesati meticolosamente come se ogni raviolo fosse un pensiero dedicato a loro, il segno dell’affetto che diamo e riceviamo dai nostri amici più cari, il ricordo di un momento, di uno sguardo, di…

Arrivederci 2010

Mi spiace che finisca questo 2010. E’ stato un anno molto intenso, pieno di incontri, viaggi, novità, soddisfazioni, con la sola ombra della disavventura kafkiana di mio nipote Alberto. Non vorrei dirgli "addio" ma "arrivederci", augurandomi di avere occasioni felici per ricordarlo ancora dicendo "… come nel 2010 quando…" e…