Mese: Luglio 2009

Testi esame di bilinguismo di Bolzano

Il 20 luglio ho dato l’esame di Bilinguismo organizzati dalla Provincia di Bolzano. Di seguito pubblico i testi di entrambe le lingue che mi hanno dato per lo scritto. Giusto per coloro che si sono già fatti tutte e 400 le schede proposte sul sito ufficiale e ne volessero due extra. All’esame bisogna rispondere in tedesco alle domande in italiano e viceversa. Buono studio a chi dovesse sostenere l’esame.



Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/blogspot/SCne/~3/5nJKp06bja4/testi-esame-di-bilinguismo-di-bolzano.html

Acqua: per ASL siamo figli di un Dio minore?

Mi facevano notare e quindi mi sono riletto le ultime righe molto ma molto preoccupanti dell’impressionante documento di ASL su Eurosurveillance sull’epidemia che ha coinvolto San Felice:
The municipal water is taken from the lake at a place where the water is stagnant. So far, water samples from the lake tested negative for the presence of norovirus, rotavirus, enterovirus […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://garda2o.wordpress.com/2009/07/31/acqua-per-asl-siamo-figli-di-un-dio-minore/

31/7: anche oggi la rabbia dei cittadini sulla stampa sul caso acqua

Anche sulla stampa di oggi 31 luglio trova ampio spazio la rabbia dei cittadini dopo l’assemblea pubblica di martedì.

Articolo del Bresciaoggi
« L’assemblea dei troppi assenti e i cittadini si infuriano »

In questo articolo viene anche fortemente evidenziata la discrepanza di comportamento di ASL e dei suoi dirigenti, che da una parte non ritengono di aver nulla […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://garda2o.wordpress.com/2009/07/31/317-anche-oggi-la-rabbia-dei-cittadini-sulla-stampa-sul-caso-acqua/

SPECIALE DU LAC ET DU PARC Parte 2 SAILING DU LAC MULTI SPORT CENTER Intervista a Luca Spagnolli

Luca Spagnolli, responsabile del Sailing Du Lac Multi Sport Center (del Du Lac et Du Parc Grand Resort) descrive ai microfoni di GardaBlog le diverse attività sportive a cui è possibile avvicinarsi grazie al centro. Corsi di vela, windsurf, ecc…adatti a grandi e piccoli.
Attività ideali per mettersi alla prova e per trascorrere delle vacanze […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=1221

SUPERCANI & THE BANKROBBERZampe in Alto! Questa è una rapina

Domenica 2 agosto alle 21.00, la rassegna Aperto per Ferie porta in Piazza cavour a Riva del Garda il concerto dei Supercanifradiciadespiaredosi e dei The Bankrobber. Dietro la sigla di Supercanifradiciadespiaredosi si celano le figure di Brodolfo Sgangan, Findut Poteidone e Granfranco Baffato. Esistono con questo nome dal 2002, ma suonano assieme da più di 10 […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=1225

DOLCINO E MARGHERITA D’ARCO La Grande storia d’amore

Un’antica vicenda d’amore e uno dei più tragici, cruenti fatti storici legati all’eresia del Duecento: Alberto Sighele e Rosa Yurchenko, accompagnati dalla chitarra di Stefano Cattoni, portano sul palco e nella cornice naturale dell’arboreto del Parco arciducale «Dolcino e Margherita d’Arco», di Giovanna Sartori De Vigili. Lo spettacolo,  è sabato primo agosto alle ore 21. […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=1223

Larve di vespa – sviluppi

Della rischiosità delle nostre azioni alle volte è meglio averne conoscenza quando ormai sono passate: i nidi di vespa (o martinello) che abbiamo eliminato a quanto pare non erano proprio abbandonati come pensavamo.
Un ritrovamento interessante è legato ad un involucro ancora pieno (vedi post precedente) e da un batuffolo di simil seta/ragnatela.
Ieri abbiamo dato una spintarella al processo di nascita degli insetti aprendo con un coltello questi involucri e ne sono saltate fuori due larve a stadi diversi di maturazione.

La larva di sinistra era dentro l’involucro a forma di sigaro, mentre a destra la larva, più piccola, è ancora all’interno del suo involucro bianco. Si noti la somiglianza con i bruchi delle farfalle. Della larva a sinistra, credo che la parte cefalica, se così si dice, o comunque della bocca è quella più scura in alto. In leggera trasparenza si intravedono gli organi interni.

Ho pensato che non valesse la pena allevarle, perché probabilmente non sarebbero state facilmente addestrabili, così ora navigano – morte, esplose sotto la pressione di un manico di coltello – nelle tubature di scarico.

Credo che il “sigaro” della larva maggiore sia dello stesso materiale imbrunito della larva che circonda quella più piccola, perché nell’aprirlo sull’interno presentava la stessa lanuggine.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/blogspot/SCne/~3/WCwqv_dBPLM/larve-di-vespa-sviluppi.html

Divanetti nuovi all’UniBz

Come avevo promesso su Twitter/FB/Friendfeed e blabla, ecco una fotina che documenta le novità in quanto a divanetti e poltrone in università a Bolzano davanti alla biblioteca, per coloro che non “purtroppo” non sono potuti passare in uni durante l’estate, che magari sono a patire l’umidità e il caldo in spiaggia.

Figata, eh? Sono pure comodi. Non ho ancora scoperto che fine abbiano fatto quelli che c’erano prima. Probabilmente li avranno mandati ai poveracci di Brunico 🙂
Per di più la foto l’ho scatta con il mio cellulare nuovo! Ganzissimo, no?

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/blogspot/SCne/~3/R-uGkQMLSF0/divanetti-nuovi-allunibz.html

Mercati a Desenzano

Dopo il post sugli eventi estivi di Desenzano, ecco giorni e orari dei mercati e mercatini della zona:

Mercato di Rivoltella
ogni domenica dalle 8 alle 13 in via G. di Vittorio

Mercato di Desenzano
ogni martedì dalle 8 alle 13 sul Lungolago C. Battisti

Mostra-mercato di antiquariato di Desenzano
tutte le prime domeniche del mese (escluso agosto) dalle 9 alle 18 in p.zza Malvezzi e sul Porto vecchio

Mercato biologico di Desenzano
1 e 2 agosto e 5 e 6 settembre dalle 8 alle 22 in via Roma
22 e 23 agosto r 19 e 20 settembre dalle 8 alle 22 in p.zza Matteotti

Mercatino dell’artigianato di Desenzano
agosto: 8-9, 14-15-16, 22-23, 29-30
settembre: 12-13, 19-20, 26-27
di sabato dalle 16 alle 23 e di domenica dalle 10 alle 23 in via Roma

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/blogspot/SCne/~3/BHFV1jGNTwk/mercati-desenzano.html

Diplomato!

Francesco ha superato a pieni voti il il master in “Sviluppo e Crescita nell’Asilo Nido”
Un ringraziamento alla maestra Elisa, a Daniela e a tutto lo staff dell’Asilo Nido Pollicino di Desenzano

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/PensieriSuRuote/~3/Y5pM1zhHDTY/

Rassegna Corale a Mezzolago

Rassegna Cori di Montagna a Mezzolago in piazza F.lli Risatti Venerdi 31 lugglio 2009 alle ore 21.00 con il Coro Cima D’Oro e Castel Penede.


Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/EventiENotizieDellaltoGarda/~3/9muZmwdiKVY/rassegna-corale-mezzolago.html

GRAD QUARTETMusicaRivaFestival

Prosegue MusicaRivafestival stasera alle 21.30 nel Cortile della Rocca di Riva del Garda con il Grad Quartet, da Sanpietroburgo, con gli strumenti della tradizione russa. Il Grad Quartet ha già preso parte ad importanti appuntamenti dove si è distinto per le sue esecuzioni eccellenti e per il successo di pubblico. Tra l’altro si è esibito […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=1226

Wolfgang Köhler, un pioniere della moderna primatologia

Aver di meglio da fare durante la Grande Guerra

Il XX secolo, frenetico sotto molti aspetti, non mancò di esserlo nemmeno per le scienze naturali. Mentre nascevano la genetica, l’etologia, la psicologia e mentre personaggi del calibro di Julian Huxley, degno nipote di Thomas Huxley, fondavano quella che verrà chiamata Nuova Sintesi chiamando alla cooperazione specialisti sia di questi nuovi campi del sapere che di quelli più tradizionali, anche lo studio dei Primati aveva i suoi primi pionieri. In Giappone sorgeva la scuola di Imanishi, e verso la metà degli anni ’50 sarebbero state compiute le famose scoperte sui comportamenti culturali dei macachi dell’isola di Koshima, mentre in Occidente l’interesse fu rivolto soprattutto agli scimpanzé tenuti in cattività, e alle notevoli capacità latenti che dimostravano di poter sviluppare.

Allo scoppio della prima guerra mondiale, un giovane psicologo tedesco di nome Wolfgang Köhler rimase bloccato a Tenerife dove trovò una colonia di scimpanzé trasferitavisi per conto dell’Accademia Prussiana delle Scienze; fu così che decise di studiarne le capacità cognitive, producendo una lunga ricerca che è ormai un classico della psicologia comparata. Tra tutti quelli che si occuparono di questo tipo di ricerche in questo periodo, Köhler è probabilmente il più rilevante in quanto si può dire che abbia riscontrato praticamente ogni schema comportamentale sotteso ai comportamenti che verranno poi scoperti negli studi sul campo dopo gli anni ’60, e molti se non la totalità di quelli riscontrati in genere negli scimpanzé. Non fu solo un pioniere, fu anche uno di più abili primatologi di un’epoca in cui questa disciplina praticamente non esisteva ancora.

Gli esperimenti di Köhler coinvolgevano solitamente uno stimolo, un ostacolo e un potenziale strumento per eliminare l’ostacolo: nella sua forma tipica questo esperimento consisteva nel mettere del cibo subito fuori dalla portata di uno scimpanzé e consegnarli un bastone col quale, ben presto, questi imparava a recuperare il cibo. In alcuni di questi esperimenti gli scimpanzé dovevano riuscire a procurarsi un bastone abbastanza lungo utilizzandone uno più corto (oppure impilare l’una sopra l’altra due o più cassette per raggiungere una ricompensa posta in alto), e riuscendoci dimostravano di saper attuare un minimo di progettazione delle azioni future. Un altra serie classica di esperimenti, di cui Köhler porta numerosi esempi, è inoltre quella che riguarda la costruzione o modificazione di arnesi: svuotando cassette per poterle spostare, rompendo bastoni o pezzi di legno, togliendo turaccioli da bastoni cavi per poterli congiungere ad altri e via dicendo gli scimpanzé dimostravano un grado ancora maggiore di progettualità: la capacità di adattare lo strumento ai propri scopi.

Cosa concluse Köhler da questi studi? Innanzitutto c’è da ricordare che egli dovette sempre fare i conti con l’altra faccia della medaglia delle condizioni sperimentali: queste sono sicuramente più favorevoli a elaborare prove scientifiche delle proprie teorie, e soggetti come gli scimpanzé possono essere certamente difficili da studiare in natura, ma solo osservandoli nel loro ambiente ci si può rendere davvero conto di alcune loro capacità. Köhler, che diceva “la persona che veda una scimmia antropomorfa mentre fa preparativi per un esperimento previsto nel futuro, le cui condizioni di svolgimento non sono ancora visibili, sarebbe testimone di una conquista ancora più alta…” non immaginava la facilità con cui questo comportamento è osservabile in natura, ad esempio quando alcuni scimpanzé scelgono i sassi adatti con cui aprire le noci distanti. Per via di questa mancanza di informazioni, probabilmente, e per una parsimonia nel formulare ipotesi sulle scimmie antropomorfe che gli proveniva dall’epoca in cui si trovava a vivere, era convinto che i comportamenti di queste scimmie antropomorfe, per quanto flessibili e intelligenti, fossero dettati solamente dai loro impulsi e bisogni istintivi, e che non fossero “aperti al mondo” e capaci di “conoscerlo in quanto tale”.

Insomma, per lo psicologo tedesco questi non avevano varcato ancora la barriera che stava tra gli uomini e gli animali, una barriera che forse si era spostata da quando Cartesio riteneva questi ultimi poco più che automi, incapaci addirittura di provare dolore, ma che purtuttavia reggeva ancora stabile, condizionando l’interpretazione e la ricezione di ogni nuova scoperta.

In molti seguirono l’esempio di Köhler, conducendo ogni genere di esperimenti su scimpanzé, oranghi, gorilla e gibboni, ma anche su scimmie non antropomorfe di vario genere come macachi o cebi cappuccini. I risultati furono controversi, contrastanti e segnati spesso da scarsa comprensione dei soggetti sperimentali dato che di pari passo a questi studi sulle capacità cognitive ne venivano compiuti pochi o nessuno sull’organizzazione sociale e sulla vita emotiva, né all’epoca si sapeva quanto fosse importante assicurare agli scimpanzé condizioni di vita simili a quelle allo stato naturale per ottenere da loro prestazioni in linea con le loro reali capacità. Ciò nonostante, il terreno era ormai fertile per ricerche di questo tipo e per il diffondersi di idee nuove e rivoluzionarie, che arrivarono puntuali qualche decennio dopo.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://scienzology.blogspot.com/2009/07/wolfgang-kohler-un-pioniere-della.html

Fonduta con la polenta

Pier Lora ci invita a cena nella sua roulotte. Da bravo piemontese ha preparato l’antipasto con la duia e poi poi polenta e fonduta con la fontina di Sesto. Evviva la contaminazione fra culture!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://blog.gigitaly.it/2009/07/fonduta-con-la-polenta.html