Coronavirus: ricetta medica tramite e‑mail, sms, telefonata o FSE

Allo scopo di limitare ulteriormente gli spostamenti dei cittadini sul territorio e ridurre la diffusione del COVID-19, il Capo di Dipartimento della ha emanato l’Ordinanza n. 651 del 19 marzo 2020, “Ulteriori interventi urgenti di in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”, che prevede la possibilità di ottenere le ricette per la prescrizione di farmaci direttamente tramite e‑mail, sms o comunicazione telefonica.

Grazie a questo provvedimento, non sarà più necessario andare dal medico per la prescrizione delle ricette e il rilascio del promemoria cartaceo. Sarà possibile recarsi in farmacia per il ritiro dei farmaci solamente con il numero della Ricetta Elettronica Dematerializzata (codice NRE) e la Tessera Sanitaria-CNS.

La Ricetta Elettronica Dematerializzata (DEM) – prevista dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 2 novembre 2011 — è la versione elettronica della tradizionale ricetta “rossa”. Viene rilasciata di solito dal medico curante e consente al cittadino di:

  • ottenere in farmacia medicinali prescrivibili dal MMG a carico del SSN;
  • richiedere prestazioni specialistiche o diagnostiche da eseguire presso le strutture pubbliche o private convenzionate con il SSN.

Le ricette mediche elettroniche di prestazioni farmaceutiche hanno una durata di 30 giorni a partire dalla data di prescrizione: alla scadenza di tale termine, la ricetta non ha più valore e i farmaci non possono essere più erogati. La ricetta per la prescrizione di prestazioni di specialistica/diagnostica ambulatoriale ha invece validità di 1 anno.

Al momento della generazione della ricetta elettronica da parte del medico prescrittore, l’assistito — fino al perdurare dello stato di emergenza – può chiedere al medico il rilascio del promemoria dematerializzato ovvero l’acquisizione del Numero di Ricetta Elettronica (NRE).

Il medico pertanto può rendere disponibile all’assistito la ricetta dematerializzata tramite le seguenti modalità alternative:

  • la trasmissione del promemoria in allegato al messaggio di posta elettronica, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore la casella di posta elettronica certificata (PEC) o quella di posta elettronica ordinaria (PEO);
  • la comunicazione del Numero di Ricetta Elettronica con SMS o con applicazione per telefonia mobile che consente lo scambio di messaggi e immagini, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore il numero di telefono mobile;
  • la comunicazione telefonica da parte del medico prescrittore del Numero di Ricetta Elettronica laddove l’assistito indichi al medesimo medico il numero telefonico.

Oltre a queste modalità è possibile ottenere il codice NRE anche:

– collegandosi al sito del Fascicolo Sanitario Elettronico (per i cittadini che lo hanno attivato) e scaricando in autonomia il promemoria da presentare, oppure prendendo nota del codice NRE della ricetta di interesse. Consulta qui le modalità per accedere al tuo FSE.

– Tramite l’app SALUTILE Ricette, direttamente in farmacia mostrando il codice a barre della ricetta per cui si richiede l’erogazione.

Dal sito del Fascicolo Sanitario Elettronico di è possibile inoltre attivare un servizio di notifica, tramite il quale ricevere via e‑mail, il codice NRE di ogni nuova ricetta prescritta (attivazione del servizio da Profilo/Gestione notifiche).

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/coronavirus-ricetta-medica-tramite-e-mail-sms-telefonata-o-fse/

Lascia un commento