Come differenzio i miei rifiuti? Ovvero mi fido di GardaUno?

La gestione dei rifiuti domestici è un tema che in questi anni è diventato sempre più importante. Se non vogliamo fare la fine di Napoli con i cumuli di immondizia nelle nostre strade o se non vogliamo avere una mega-discarica come quella di Roma accanto alle nostre case è fondamentale impegnarci, giorno per giorno, a differenziare sempre meglio i rifiuti che ogni giorno produciamo.

Se da un lato il CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) ci spiega esattamente cosa e come differenziare e allo stesso modo i produttori di imballaggi ci guidano a fare sempre meglio (nell’immagine ho riportato la foto di cosa Barilla indica per smaltire correttamente gli imballaggi del pane confezionato) dall’altro GardaUno ci spiega che non è vero e nei nostri contenitori gialli dobbiamo mettere SOLO bottiglie e contenitori dei detersivi in plastica.

Evidentemente qualcosa non torna!

Cosa indica il CONAI per la plastica?

La raccolta differenziata degli imballaggi di plastica, iniziata solo per bottiglie e flaconi, si è progressivamente allargata. Oggi si possono riciclare anche imballaggi in plastica utilizzati per alimenti come sacchetti, scatole, vaschette e pellicole per imballaggi e dunque differenziare i seguenti imballaggi:

  • bottiglie di plastica per acqua e bibite
  • flaconi per detersivi e detergenti;
  • flaconi di shampoo;
  • contenitori per cosmetici;
  • sacchetti per la spesa;
  • pellicole;
  • vaschette.

fonte: http://www.riciclotvb.it/?p=258

Come ci dobbiamo comportare per gestire i nostri rifiuti? Non so voi, io mi fido del buon senso e di quello che il CONAI ci dice, e ancora una volta NON MI FIDO DI GARDAUNO! E voi?

Aggiornamento del 26.02.2012 – Ieri Simone ha pubblicato un interessante articolo sulla gestione dei rifiuti a San Felice. Interessante!

Lascia un commento