Classic Rock Beach: dello sfratto si riparla il 23 luglio

Dello sfratto del Classic Rock Beach Café si riparlerà il 23 luglio: la mediazione tra Comune e gestori prosegue. C’è, del resto, da sbrogliare una matassa complessa: il problema è dato da una diversa interpretazione di un atto sottoscritto nel 2013, che per il Comune sarebbe stato un rinnovo contrattuale, per i gestori del bar al porto di Rivoltella un contratto nuovo a tutti gli effetti e quindi suscettibile di rinnovo.

Per il Comune il 31 gennaio il contratto è scaduto. Sono seguite interlocuzioni, si è passati alle vie legali. Fino alla richiesta di sfratto e all’ultimo atto, con il tribunale a decretare il provvisorio rilascio dell’immobile entro il 30 settembre e a invitare le parti a tentare la via della conciliazione. Via che per l’assessore al Bilancio Pietro Avanzi è «un passaggio obbligatorio. Non abbiamo nulla contro l’attuale gestione, anzi. Ma se il contratto è scaduto serve un nuovo bando: non intendiamo rischiare di incorrere nel reato di abuso d’ufficio».

Avanzi è molto netto: «Ci sono alcuni nodi da sciogliere, ma il giudice ha dato ragione a noi, il contratto è scaduto e lo sfratto è esecutivo». La prima seduta di mediazione si è svolta alla camera di conciliazione dell’ordine degli avvocati di Brescia il 4 luglio: una seduta interlocutoria e propedeutica alla prossima, già fissata per il 23 luglio. Il tribunale di Brescia, invece, ha fissato l’udienza di discussione della causa all’11 novembre.

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/classic-rock-beach-dello-sfratto-si-riparla-il-23-luglio-1.3379136

Lascia un commento