Ciclopedonale sospesa di Limone, cadono massi: chiusi 300 metri

Una improvvisa scarica di sassi. É quella che una manciata di minuti prima delle 16 si è staccata dalla parete che domina la ciclopedonale sospesa di Limone, inaugurata solamente il 14 luglio scorso, cadendo sulla passeggiata stessa.

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito, complice il temporale che da poco si era abbattuto sull’Alto Garda, forse concausa dello smottamento. Le pietre cadute hanno anche sfondato la rete metallica che fa da parapetto alla passerella.

L’episodio si è verificato nel tratto più a nord, a circa 300 metri dal confine con Riva del Garda. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia Locale che hanno immediatamente delimitato l’area interessata.

Il sindaco Risatti ha subito disposto un’ordinanza che vieta l’accesso al tratto della passerella interessato dalla caduta (di fatto gli ultimi 300 metri), che già domattina sarà oggetto di un’ispezione dei geologi per accertare la situazione. Il resto della passerella sospesa resta comunque agibile (vedi webcam)

Un episodio davvero sfortunato per una struttura che da subito si è trasformata in uno degli elementi di richiamo turistico più significativi dell’estate 2018 per il Garda: nel primo mese sono stati contati 50mila visitatori. L’auspicio è che questo incidente possa essere risolto in breve, consentendo la riapertura della ciclopedonale in tutta la sua estensione.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/ciclopedonale-sospesa-di-limone-cadono-massi-chiusi-300-metri-1.3295518

Lascia un commento