Ciclista travolto dal tir, Desenzano in lutto per Ugo Bresciani

Un luglio nero sulle strade che purtroppo ogni giorno si conferma tale, con una sequenza impressionante di vite spezzate. Ultima in ordine di tempo è quella di Ugo Bresciani il 66enne di Desenzano che nel pomeriggio di mercoledì si trovava in sella alla sua bici quando è stato travolto da un camion. Urtato e investito dal mezzo pesante condotto da un 51enne bulgaro, che dall’alto della cabina proprio non se l’è visto a fianco.

L’ennesima tragedia si è consumata ieri pomeriggio, esattamente in corrispondenza della rotatoria del McDonald’s. Erano le 16.30 quando i soccorsi sono stati allertati: un uomo a terra, già privo di vita, e un altro in piedi, a reggersi il volto tra le mani, disperato. Bresciani, ex idraulico di 66 anni, molto noto a Desenzano, stava percorrendo la rotatoria. Anche il camion.

Entrambi hanno preso l’uscita per Castiglione e il casello dell’autostrada e proprio lì, giusto a un paio di metri dallo svincolo, è avvenuto l’impatto fatale, con il 66enne finito sotto il rimorchio del camion. Inutile la corsa dei soccorritori: Croce rossa e due auto mediche, oltre ai Vigili del fuoco di Castiglione, hanno presto lasciato il campo libero agli agenti della Polstrada per i rilievi di rito. Bresciani lascia a piangerlo un fratello, Enrico, mentre sui social e tra i residenti della zona l’episodio rinnova le polemiche sul fatto che quella zona, dove strade ad alta percorrenza hanno trovato spazio, ha visto sacrificata la viabilità secondaria, spesso imponendo ai ciclisti di affrontare per i collegamenti più brevi strade che nascondono insidie, che purtroppo arrivano a rivelarsi fatali.

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/ciclista-travolto-dal-tir-desenzano-in-lutto-per-ugo-bresciani-1.3382142

Lascia un commento