Cessione del quinto: cos’è, come funziona e come richiederlo

In perfetta sintonia con l’evoluzione della pandemia da Covid-19, in Italia si ricorre con sempre maggiore frequenza alla cessione del quinto. Tuttora risulta la forma di prestito più diffusa a livello nazionale.

Con il momento difficile in termini economici, in molti hanno cercato una soluzione proprio in questa forma di prestito, a causa della riduzione di reddito. Le potenzialità di questo strumento sono davvero considerevoli: ritornando al periodo antecedente alla pandemia, nel 2019, la cessione del quinto aveva raggiunto un volume finanziario corrispondente a 19,4 miliardi di euro. Ben il 18% dell’intero comparto del credito al consumo. Piano piano il settore tornerà ad esprimere queste prestazioni, come evidenziano numerosi esperti in materia.

Cessione del quinto: piace sempre più agli italiani

La cessione del quinto è una delle forme di prestito più gettonate in assoluto tra gli italiani: pensionati con entrate superiori alla minima e dipendenti presso imprese pubbliche e private scelgono proprio questa tipologia di finanziamento, prevalentemente per una questione di mera praticità. A fronte di 1/5 dello stipendio al netto delle entrate, i richiedenti possono realizzare i loro obiettivi o coronare i loro sogni, che si tratti di ristrutturare un immobile, di comprare un’auto o una moto, di godersi un viaggio, di affrontare spese mediche o legali impreviste.

Dopo aver spiegato cos’è nel dettaglio questa forma di prestito tanto amata dagli italiani proviamo a capire i motivi per cui ha così tanto successo. Optare per la cessione del quinto conviene per varie motivazioni. In primis, si sa sempre qual è l’importo della rata mensile da rimborsare e, di conseguenza, quanto ancora rimane dello stipendio netto. In questo modo, è più semplice programmare le proprie spese e fronteggiare i vari impegni nel corso dei mesi.

In secondo luogo, tutto è automatico: una volta che il datore di lavoro o l’ente pensionistico viene informato della richiesta di prestito, la trattenuta in busta paga o sul cedolino della pensione avviene in modo del tutto automatico. In questo modo, non si corre il rischio di imbattersi in questioni burocratiche per aver dimenticato il pagamento di una rata. Trasparenza, convenienza, semplicità e sono ai massimi livelli.

Cosa serve per richiedere la cessione del quinto?

Tra le realtà finanziarie che meglio operano nel settore del credito al consumo c’è senza alcun dubbio Compass, agenzia finanziaria leader del settore dal 1960. Per la cessione del quinto ha creato una rete agenziale specifica per questa tipologia di prestiti chiamata Compass Quinto che è presente su tutto il territorio nazionale ed ovviamente anche online tramite il sito compassquinto.it. 

Per richiedere un prestito con cessione del quinto sono necessari prima di tutto dei requisiti. Possono richiedere questa particolare forma di prestito tutti i dipendenti pubblici e privati ed anche i pensionati.  

Nel caso dei lavoratori:

– essere assunti presso un’impresa statale o privata con contratto a tempo indeterminato;

– essere residenti in Italia;

– avere un’età compresa tra i 18 ed i 63 anni;

– assicurabilità dell’impresa presso cui si lavora: il discorso è valevole solo per le imprese private che devono avere una situazione patrimoniale positiva, affinché la domanda del richiedente abbia esito positivo.

Nel caso dei pensionati:

– non oltrepassare la soglia dei 79 anni, in fase di richiesta del prestito;

– non oltrepassare la soglia degli 85 anni, alla scadenza del prestito;

– poter contare su una pensione di importo maggiore di 507,42 euro.

Conclusioni

La cessione del quinto, come si sarà ormai capito, riguarda soltanto i lavoratori dipendenti e pensionati, mentre sono esclusi i lavoratori autonomi. Un vantaggio non indifferente della cessione del quinto è che anche chi in passato è stato protestato o pignorato può beneficiarne. Importante poter contare su entrate certe, date dalla busta paga o dalla pensione.

Link all'articolo originale: http://www.giornaledelgarda.info/cessione-del-quinto-cose-come-funziona-e-come-richiederlo/

Lascia un commento