Buone notizie

A mio nipote Alberto hanno ridotto le restrizioni che gli impedivano di incontrare altre persone, è sempre privato della libertà e non può uscire dal cancello ma ora tutti gli amici lo possono andare a trovare e abbracciare.

E' vero che quando si è al buio anche una candela illumina ma questa è certo una luce nello scenario incredibile in cui si è trovato Alberto.

Non vedo l'ora di andare a guardarlo negli occhi e sorridere con lui. Intanto continuo ad esercitarmi con il Bourrée dlla terza suite per festeggiare quando le accuse cadranno come il Muro di Berlino e potremo festeggiare la libertà, quella vera e giusta.

Link all'articolo originale: http://blog.gigitaly.it/2011/01/buone-notizie.html

Lascia un commento