Bimbo rischia di annegare in piscina, salvato in extremis

Attimi da incubo in un residence di Sirmione teatro di un drammatico incidente in piscina, la cui dinamica è ancora in parte da chiarire. L’allarme è scattato per un piccolo ospite della tenuta La Borghetta rinvenuto privo di sensi e in arresto cardiaco nella piscina della struttura.

Il bimbo – che avrebbe 4 anni e mezzo, di nazionalità inglese – sarebbe caduto nella piscina mentre i genitori e la sorellina erano a tavola per la colazione mattutina. Ad accorgersi del piccolo riverso in acqua è stata una bimba che ha lanciato l’allarme. Allarme raccolto da un signore – non è chiaro se si tratti di un altro ospite – che ha estratto dall’acqua il bimbo e lo ha rianimato, di fatto salvandogli la vita, per poi allontanarsi senza lasciare al momento tracce di sé.

La chiamata al Nue 112 ha fatto accorrere i soccorsi da terra e dal cielo, con ambulanza della Croce Rossa locale, automedica e l’eliambulanza giunta in volo dal Civile. Il personale sanitario è riuscito a stabilizzare il bimbo, il cui cuore ha ripreso a battere. Il piccolo, intubato, è stato poi trasferito d’urgenza in volo al Pronto soccorso pediatrico del Civile di Brescia. 

Sul posto per gli accertamenti e per chiarire cosa sia effettivamente accaduto, anche i Carabinieri della Compagnia di Desenzano.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/bimbo-rischia-di-annegare-in-piscina-salvato-in-extremis-1.3294852

Lascia un commento