Australia: contro l’ordinanza i popolo dell’acqua insorge

081614731-8c9e3b4b-bd13-4135-9aa3-d107a28eeff6

Contro l’ordinanza dell’Australia occidentale che ha legalizzato l’uccisione degli squali che superano i tre metri, è stata indetta una manifestazione il 1° febbraio, in Australia e Nuova Zelanda, che chiama a raccolta surfisti, sub, ambientalisti, conservazionisti e gente comune a riunirsi per protestare contro le uccisioni di squali. I manifestanti sono invitati a vestire in bianco e blu.

Lascia un commento