Anziano annegato in piscina, l’ultimo saluto

Sarà celebrato domani il funerale di Abele Mangiavini, l’84enne annegato domenica nella piscina di casa. Abitava a San Felice da almeno quindici anni: vi si era trasferito dal quartiere di Fornaci a Brescia, dove viveva con la famiglia, dopo aver acquistato la casa di via Ugo Foscolo al numero 10.

Ancora non è chiaro cosa sia capitato: se Mangiavini sia stato colto da un malore e quindi sia caduto in acqua, magari battendo il capo, o se invece sia semplicemente scivolato. Fatto sta che attorno alle 18 la moglie Maria l’ha trovato riverso in piscina. Ha chiamato i soccorsi, ma ogni sforzo profuso per rianimarlo è risultato vano.

Prima della pensione, Mangiavini era titolare di una conosciuta azienda del settore edile e immobiliare. Chi lo conosceva lo ricorda come una persona molto attiva. Anziano, sì, ma fino a poco tempo fa estremamente laborioso. Qualche acciacco e la fatica a camminare non lo avevano però privato del suo spirito. Domani il funerale alle 15 nella chiesa parrocchiale partendo da via Ugo Foscolo.

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/anziano-annegato-in-piscina-l-ultimo-saluto-1.3383864

Lascia un commento