Anima crucca

Ieri mi è arrivato un pallet di legna per la stufa della cucina e la mia "anima crucca" è scattata: approfittando della giornata mite l’ho subito sistemata in file ordinate con attenzione alle estremità, intrecciando la direzione dei pezzi di legno.

Sistemarre un pezzo alla volta, senza fretta ma con continuità, ricercare ordine e simmetria gustando il profumo di resina e corteccia è un piacere semplice e intenso e intanto i pensieri scorrono e la fisicità dei gesti, la fatica che comunque si fa sentire, ti danno il senso della contemporanea presenza dei tuoi muscoli, delle tue riflessioni e della consapevolezza di entrambi.

Meditazione in movimento

Link all'articolo originale: http://blog.gigitaly.it/2010/01/anima-crucca.html

Lascia un commento