Al pediatra e ricercatore italiano Alessio Fasano il “Premio Genio Vagante 2019”

“Arma la prora e salpa verso il mondo”, diceva un motto dannunziano: l’ ha portato spesso alla ribalta racconti e critiche sugli ormai famosi “cervelli in fuga”: contro le polemiche che vedono protagonisti i talenti italiani all’estero, il ha istituito il Premio Genio Vagante, per stabilire un legame virtuoso fra l’Italia e questi suoi nuovi, eccellenti rappresentanti nel mondo. Brillanti, sono spinti dall’intraprendenza ma anche dai problemi di una società che non è in grado di mettere pienamente a frutto le loro capacità. In compenso, ci restituiscono in prestigio ciò che abbiamo perso con la loro presenza nel Paese.

Il premio, che consiste in una scultura realizzata appositamente dal maestro Ugo Riva, giunge quest’anno alla terza edizione e conferma la proficua collaborazione tra Provincia di Brescia e Fondazione Il Vittoriale degli Italiani per il riconoscimento di talenti che hanno il grande merito di portare il genio italiano nel mondo.

La cerimonia di consegna del riconoscimento, assegnato quest’anno ad Alessio Fasano, capo del reparto di Gastroenterologia Pediatrica e Nutrizione al Massachusetts General Hospital di Boston e uno dei massimi esperti al mondo di celiachia e nutrizione, si è svolta nella Sala Consiliare del Broletto (Piazza Duomo, Brescia) alla presenza di numerose autorità fra le quali, naturalemnte  (Presidente Fondazione Il Vittoriale degli Italiani), Samuele Alghisi (Presidente Provincia di Brescia), Ugo Riva (autore della scultura Genio Vagante), e Matteo Bussei (presidente dell’Associazione culturale GardaMusei).

Alessio Fasano è professore di Pediatria alla Harvard Medical School, professore di Alimentazione alla Harvard T.H. Chan School of Public Health, e Direttore del Centro di Ricerca per l’Immunologia e la Biologia della Mucosa presso il MassGeneral Hospital for Children. La ricerca di Fasano si è concentrata sul ruolo della funzione di barriera intestinale compromessa nelle malattie autoimmuni e infiammatorie, tra cui la celiachia, l’autismo e il diabete di tipo 1.

Così il Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri: ” ‘I cervelli non fuggono, corrono’, potrebbe essere il motto del premio Genio Vagante. Più che riportarli indietro, il nostro sforzo deve fare sì che l’Italia tenga il loro passo. Soltanto così torneranno”.

Così il Presidente della Provincia di Brescia Samuele Alghisi Il Premio Genio Vagante ha l’obiettivo di valorizzare il talento, l’impegno, la costanza e il grande contributo che danno al mondo scientifico e non solo gli italiani all’estero. Quest’anno destinatario del Premio è Alessio Fasano, pediatra tra i ricercatori mondiali più apprezzati nel campo della nutrizione e in particolare della celiachia. Di fronte alla tendenza, chiamata “Fuga di cervelli”,  che vede brillanti professionisti costruirsi un’appagante carriera all’estero piuttosto che restare in Italia, possiamo e dobbiamo fare ampie riflessioni sulla debolezza della nostra società, non sempre in grado di trattenere e valorizzare i suoi talenti; nel contempo, e questo trova ormai da tempo una stretta sinergia tra l’Ente che rappresento e la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, ritengo fondamentale riconoscere e premiare le professionalità di donne e uomini che rappresentano egregiamente l’Italia nel mondo, attraverso i loro meritati successi professionali. Un grazie dunque al Prof. Fasano e a tutti gli Italiani che quotidianamente, con il loro genio, raggiungono grandi obiettivi e si distinguono in tutte le parti del mondo”.



 

 

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/al-pediatra-e-ricercatore-italiano-alessio-fasano-il-premio-genio-vagante-2019/

Lascia un commento